×

La Germania non tradisce

Il gioco espresso nelle prime due partite lasciava abbastanza tranquilli ma la paura di non farcela, soprattutto in un gruppo così giovane, poteva costare cara alla Germania. Niente di tutto questo: la Generazione di Fenomeni di Joachim Low non fallisce il primo severo banco di prova e centra la qualificazione agli ottavi di finale del Mondiale sudafricano.

La partita contro il Ghana è stata decisa da un gol di Mezut Ozil, che a metà ripresa ha scagliato in rete un destro precisissimo dai venti metri. E per la Germania è arrivato anche il primo posto nel girone, complice la sorprendente vittoria dell’Australia sulla Serbia.

Primo posto che a conti fatti però rischia di complicare le cose ai tedeschi che hanno paradossalmente evitato la parte più facile del tabellone, almeno fino alla semifinale, andando invece ad incrociarsi con l’Inghilterra negli ottavi e forse più avanti con l’Argentina.

Ma intanto sarà tutta da vedere la sfida tra inglesi e tedeschi, che si rinnova dopo la semifinale di Italia ’90 vinta ai rigori dalla Germania futura campione. I giovani di Low non hanno paura: ci sarà da divertirsi.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche