×

La Germania si conferma al terzo posto

Condividi su Facebook

Come da tradizione ci sono stati molti gol ma questa volta niente goleade nella finale per il bronzo dei Mondiali: alla fine la spunta la Germania che batte per 3-2 l’Uruguay in una partita che entrambe le squadre hanno giocato a viso aperto, senza la tensione del risultato ad ogni costo ma con la ferma volontà di chiudere in bellezza una rassegna comunque da ricordare.

Dopo un primo tempo ricco di errori da ambo le parti, ma ravvivato dai gol di Müller e Cavani, nella ripresa il protagonista è diventato suo malgrado Muslera che, autore già di un’incertezza sulla prima rete tedesca, a metà tempo è uscito a vuoto consentendo a Jansen di pareggiare di testa la rete segnata poco prima da Forlan, salito in vetta alla classifica marcatori con cinque reti insieme a Müller, Villa e Sneijder.

Nel finale ha deciso un colpo di testa di Khedira che regala la vittoria alla squadra che l’ha meritata di più nell’arco di tutta la competizione. L’Uruguay chiude comunque a testa alta ma senza Forlan forse non avrebbe raggiunto un simile traguardo.

La Germania chiude col migliore attacco, sedici reti, ma a tradirla è stata l’unica partita in cui è andata in bianco. Decima volta sul podio mondiale, secondo bronzo consecutivo: c’è tempo quattro anni per scalare due posizioni. Le potenzialità ci sono tutte.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche