×

“La guerra finirà quando non ci sarà più la minaccia della Nato”

“La guerra finirà quando non ci sarà più la minaccia della Nato e l'operazione militare speciale terminerà quando i suoi compiti saranno stati assolti”

Vladimir Putin

Il sunto strategico che arriva da Mosca è netto: “La guerra finirà quando non ci sarà più la minaccia della Nato”. Il ministero degli Esteri della Russia spiega quando terminerà “l’operazione militare speciale” e lo fa per mezzo delle dichiarazioni stampa alla Tass di un suo alto papavero.

“La guerra finirà senza la minaccia Nato”

In queste ore la propaganda russa sta battendo molto sul tasto della “legittima liberazione del Donbass” anche per conservare quella formula posticcia che vedrebbe Mosca non in guerra, ma in aiuto a terzi. Alexey Polishchuk, che del ministero degli Esteri di Mosca è un alto funzionario, ha detto senza mezzi termini: “La guerra della Russia in Ucraina terminerà quando la Nato smetterà di utilizzare il territorio ucraino per minacciare Mosca”.

I “compiti” che Mosca deve assolvere

E ancora: “L’operazione militare speciale terminerà quando i suoi compiti saranno assolti. Tra questi ci sono la protezione della popolazione pacifica del Donbass, la smilitarizzazione e la denazificazione dell’Ucraina”. E c’è un terzo obiettivo: “L’eliminazione delle minacce alla Russia provenienti dal territorio ucraino a causa della sua presa da parte di paesi Nato”. Polischuk ha poi chiosato la sua estensione fedele del Putin-pensiero aggiungendo che l’operazione militare “si sta svolgendo come previsto, tutti i suoi obiettivi saranno raggiunti“.

Contents.media
Ultima ora