×

La Lega contro Letta: “Troppo nervoso, si dia una calmata”

Elezioni del 25 settembre ed accuse reciproche di aver guardato troppo in direzione di Mosca, la Lega contro Letta: “Troppo nervoso, si dia una calmata”

Matteo Salvini ed Enrico Letta

Le elezioni politiche del 25 settembre hanno esacerbato gli animi dei contendenti e ciascuno “bacchetta” gli avversari su quelli che ritiene essere i punti più deboli, ma a spezzare questa catena interviene oggi la Lega e lo fa contro il segretario del Partito Democratico Enrico Letta dopo gli attacchi a Matteo Salvini: “Troppo nervoso, si dia una calmata”.

A parlare contro il segretario dem i ministri leghisti Erika Stefani, Massimo Garavaglia e Giancarlo Giorgetti.

La Lega contro Letta: “È nervoso”

“Farebbe meglio a parlare di problemi concreti della gente e non di sceneggiature di fantasia. Le elezioni si vincono con le proprie idee e non sperando in qualche aiutino esterno“. Ed alle loro si sono aggiunte anche le parole dei parole dei capigruppo di Camera e Senato della Lega Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo: “Con che coraggio parla Enrico Letta? E’ l’unico che ha stipulato accordi, ben 28, con la Russia, il suo Pd a Bruxelles è stato il partito che ha votato più volte a favore di Mosca ed è noto a tutti quanto accadeva all’epoca del Pci”.

“La smetta di fare la finta morale”

E ancora: “La smetta quindi di fare la finta morale e inizi a pensare come salvare le migliaia di aziende e le famiglie che stanno per toccare il fondo a causa delle sanzioni imposte dall’Europa”. E in chiosa: “Alla Lega non interessano le sanzioni alla Russia, ma il bene degli italiani che non possono permettersi di pagare in prima persona scelte calate dall’alto”.

Contents.media
Ultima ora