×

La mappa dell’orrore: quante armi nucleari hanno Russia ed Usa

Dopo le dichiarazioni di Putin e l'allerta sul sistema di deterrenza torna la geografia atomica di guerra: ecco quante armi nucleari hanno Russia ed Usa

L'arsenale nucleare del mondo preoccupa come non mai

La mappa dell’orrore sul conteggio su quante armi nucleari abbiano Russia ed Usa passa per un tour della paura attraverso l’arsenale atomico degli stati. Da quando Vladimir Putin ha parlato della Russia come una delle “nazioni nucleari più potenti al mondo” ed ha annunciato lo stato di allerta del sistema di deterrenza nucleare il mondo ha ricominciato a sentire il bisogno terribile di sapere quanti ordigni di distruzione totale abitano sul pianeta.

Sono tanti, divisi fra molti stati e in quella hit parade di morte la Russia occupa il secondo posto. Mosca ha 4.500 testate atomiche mentre gli Usa ne hanno invece 5.500

Le armi nucleari di Russia ed Usa: la conta del terrore

Segue la Cina con 350 testate dichiarate (sono almeno una cinquantina in più), poi Francia (300); Regno Unito (215); Pakistan (150); India (140) e Corea del Nord (10).

L’Italia non ha armi nucleari ma partecipa al programma di “condivisione nucleare” della Nato, cioè le ha in casa ma non sono sue. Nel nostro paese ci sarebbero una cinquantina di testate suddivise tra le due basi aeree militari di Ghedi (Brescia) e Aviano (Pordenone). Premessa: Usa, Russia e Cina sono gli unici paesi ad avere la “triade nucleare”, possono lanciare cioè sia da terra che dall’aria e dal mare.

E Mosca ha 1.558 testate allocate su ruota, silos ed aerei, poi 812 Icbm, missili balistici intercontinentali e 576 testate sono montate sugli Yasen ed Akula, i sottomarini lanciamissili. Discorso a parte i grossi cacciabombardieri strategici che ne hanno in pancia altre 200

La minaccia per l’Europa: il missile “cacciavite”

In termini di raggio d’azione, a togliere gli Icbm che sono “confetti” riservati a Washignton e dintorni, Europa è sotto scacco del nuovo missile “9M729”, lo “Screwdriver” della denominazione Nato, sviluppato su progetti Iskander o Kalibr ( i servizi occidentali non sono mai stati concordi in merito).

Il razzo violerebbe il Trattato Inf ed è grado di colpire fino a 2.500 km di distanza. Mosca ha tre basi in grado di lanciare armi atomiche: Rostov, San Pietroburgo e Kalinigrad, fra Polonia e Lituania, in quella che tecnicamente è la zona con la più alta densità di spie e barbe finte del pianeta. Da, lì mappa alla mano, potenzialmente un missile Screwdriver potrebbe colpire Madrid o Roma senza sforzo. 

Contents.media
Ultima ora