La mattanza delle foche bianche - Notizie.it
La mattanza delle foche bianche
Animali

La mattanza delle foche bianche

Il 98% delle foche uccise sono cuccioli con meno di 3 mesi di vita. Nel 2001 un team internazionale di veterinari ha condotto degli esami su un campione di foche uccise dai: il rapporto finale svela che il 42% sono state scuoiate vivi.
Ogni anno giornalisti e associazioni animaliste documentano gli abusi che avvengono durante la caccia.
Negli ultimi cinque anni l’IFAW ha filmato più di 660 violazioni della legge, documentando la pratica di bastonare i piccoli inermi con un apposito strumento (hakapick) di circa 70 cm di lunghezza, di trascinarle sul ghiaccio con l’uncino metallico situato sull’estremità dell’arma, di lasciarle agonizzare diversi minuti prima di ucciderle e spesso di scuoiarle vive.
Nel febbraio del 2003 il “Department of Fisheries and Ocean” canadese ha incrementato la quota di esemplari che possono essere uccisi, giustificando questa scelta con motivazioni economiche, sociali ed ecologiche ed affermando che la maggioranza delle foche viene soppressa nel modo più indolore possibile.

Ricerche scientifiche, studi e rapporti dimostrano che la realtà è un’altra.
Perchè?
Le foche vengono uccise per fornire al mercato Europeo e mondiale una serie di prodotti ricavati da: pelle, grasso, olio e organi genitali maschili.
La pelle
Tradizionalmente la pelle di foca viene utilizzata dagli esquimesi per realizzare coperte, tende, stivali e guanti e per impermeabilizzare le imbarcazioni in legno (kayak). Un tempo si usava anche per farne giacche a vento.
In Europa, la pellicca trova spazio soprattutto nell’abbigliamento. Di recente sono sorti altri mercati, come la decorazione per pareti e pavimenti e la realizzazione di souvenir.
Il grasso
Viene impiegato soprattutto per lucidare e ammorbidire le calzature in pelle, in particolare gli scarponi da trekking e gli scarpini da rugby. In ambito sportivo, viene usato durante le gare di podismo, per evitare il raffreddamento di mani e viso.
L’olio
Ha un mercato inferiore rispetto alla pelle ma in una forte crescita grazie alla sua versatilità.

Nel catering e nella ristorazione viene utilizzato come olio di cottura, inoltre la sua composizione, ricca di acidi grassi Omega 3 (celati sotto le sigle EPA e DHA) lo rende ingrediente di farmaci e alimenti dietetici.
Spesso è componente del cibo per animali domestici o integratore per i cavalli da corsa. Nel settore cosmetico si impiega per la produzione di saponi.
Gli organi genitali
In Asia si utilizzano i peni delle foche per la preparazione di afrodisiaci. Si tratta di un commercio molto pericoloso per la sopravvivenza della specie, difficile da regolamentare e in parte celato nel mercato nero. Il risultato: centinaia di foche uccise illegalmente – fuori dai registri e dalle statistiche ufficiali – solo per asportare loro il pene.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Melchioni Vega estrattore a freddo
57.99 €
99.9 € -42 %
Compra ora
De Longhi DELONGHI Sfornatutto EO14902
149.99 €
179.99 € -17 %
Compra ora
Nokia 3310 (2017) Dark Blue
84.5 €
Compra ora
Moleskine 12 Mesi - Agenda 2018 Giornaliera Large Rosso Scarlatto Co
22.5 €
Compra ora