×

La minaccia degli Usa: “Se la Cina non rispetta le sanzioni anti Russia gravi conseguenze”

Washington prova la "cravatta" sui semiconduttori a Mosca, la minaccia degli Usa: “Se la Cina non rispetta le sanzioni anti Russia gravi conseguenze”

La Segretaria al Commercio Usa Gina Raimondo

Dopo le decisioni drastiche di Joe Biden e della sua amministrazione contro la Russia per la guerra portata all’Ucraina arriva la specifica minaccia degli Usa: “Se la Cina non rispetta le sanzioni anti Russia gravi conseguenze”. Che significa? Lo ha spiegato molto chiaramente alla Cnn la Segretaria al Commercio di Washington Gina Raimondo, che in ordine ad eventuali violazioni di quelle sanzioni promette misure durissime di ritorsione economica sugli asset specifici con cui gli Usa fanno massa critica.

La minaccia degli Usa alla Cina

Ha spiegato senza fronzoli la Raimondo: “Qualsiasi paese che non rispetti le restrizioni statunitensi sull’esportazione in Russia pagherà un prezzo pesante”. Poi l’affondo diretto a Pechino: “Inclusa la Cina”. La Raimondo ha incalzato, lasciando capire in buona sostanza che l’amministrazione Biden è pronta, ad esempio, a “tagliare la Cina fuori dai rifornimenti e dai software americani o europei necessari per produrre semiconduttori”.

Perché Pechino vuole Taiwan ora più che mai

Per inciso è esattamente questo il motivo per cui Pechino vuole Taiwan, perché è lì che la quasi totalità di quei chip viene assemblata o prodotta. La chiosa della Raimondo è truce: “Perseguiremo qualsiasi azienda, ovunque si trovi, in Cina o altrove, che violi le regole”. In buona sostanza e senza fronzoli “la nostra aspettativa è che la Cina non violi le regole e, se lo farà, ci saranno delle conseguenze”.

Contents.media
Ultima ora