×

La nuova Tor Bella Monaca, al via la delibera per la riqualificazione urbana

Condividi su Facebook

Riqualificare un quartiere periferico con le problematiche sociali di Tor Bella Monaca non è un’impresa facile. Mancanza di infrastrutture, una viabilità al collasso, assenza di spazi aggregativi per giovani e anziani e di aree verdi per il tempo libero. Non ci sono servizi, le poche scuole sul territorio funzionano male perché non si hanno le risorse adeguate da impiegare nella formazione personale e professionale delle nuove generazioni che spesso scelgono di percorrere strade parallele alla legalità proprio a causa delle scarse opportunità offerte loro.

Tante promesse negli anni, e pochi fatti concreti. I residenti sono ancora molto diffidenti sulla nuova pianificazione urbana promossa da Alemanno. Eppure ieri la giunta comunale ha approvato l’iter definitivo che, in circa 7 anni e con un investimento di un miliardo di euro, dovrebbe portare a un incremento del 20% della capacità edificatoria e alla triplicazione delle cubature (da 228 mila a 678 mila).

Della borgata, che dagli anni Venti e Trenta fu uno dei poli di attrazione abitativa per gli immigrati e per le classi operaie del Mezzogiorno italiano, i simboli edilizi noti sono le cosiddette “torri” , costruite negli anni ’80 secondo un piano urbanistico popolare: quindici piani identificati dalle lettere R o M di cui ancora oggi resta traccia nel comparto R8 dove vivono ancora mille persone. La demolizione di questi ammassi di cemento, costato più volte alla periferia nord del Casilino il marchio di “fabbrica del degrado sociale”, è solo il primo passo per la ricostruzione di tutto il quartiere.
Nessuna deportazione per i cittadini, che avranno invece la possibilità di lasciare le loro attuali abitazioni solo quando saranno state edificati i nuovi condomini ( di massimo 4 o 5 piani) che trasformeranno lo skyline del VII Municipio già nei prossimi 24 mesi.

Insorgono i verdi che, con il suo presidente Angelo Bonelli, gridano con forza a un altro “sacco di Roma”, in mano alle lobby dell’abusivismo edilizio e a piani di ristrutturazione urbana che toglieranno ulteriore spazio agli scarsi servizi di cui dispone Tor Bella Monaca per aumentare la capacità di accoglienza abitativa ( da 25mila abitanti si passerà a quasi il doppio, 45 mila residenti). Le firme ormai sono state depositate, i cittadini, assicura il sindaco, potranno avere voce in capitolo su eventuali modifiche da apportare al progetto di Leon Krier e i giovani del quartiere verranno impiegati come manodopera locale per i lavori.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.