La pelle del viso: come purificarla con metodi fai-da-te
La pelle del viso: come purificarla con metodi fai-da-te
Guide

La pelle del viso: come purificarla con metodi fai-da-te

la pelle del viso come purificarla con metodi fai da te
la pelle del viso come purificarla con metodi fai da te

Prodotti alternativi per la pulizia del viso a quelli commerciali: come prendersi cura della propria pelle in modo semplice e naturale.

A molti di noi è spesso capitato di ricorrere ai prodotti che troviamo in commercio per la cosmesi e la cura della pelle. Ma ci siamo mai chiesti quanto possono far bene questi prodotti a base di parabeni e sostanze chimiche, per non parlare poi del costo a volte elevato? Inoltre, spesso ci ritroviamo a fare i conti anche con dermatiti da allergie per gli ingredienti utilizzati nel crearli.

A volte, le soluzioni più semplici sono quelle che mai vengono in mente: crearli in casa con ingredienti naturali e seguendo i classici “consigli della nonna”, e, diciamocelo, poche volte sbagliano. Per esempio, sapevate che per idratare e purificare la pelle del contorno occhi basta una fetta di cetriolo da appoggiare sulle palpebre per 5 minuti? Ricco di vitamina C, il cetriolo idrata e riduce le occhiaie.

Il latte detergente commerciale può essere sostituito tranquillamente da un composto fatto con limone (che va ad agire su punti neri e a purificare la pelle) e latte in pari quantità, che va applicato sul viso, evitando il contorno occhi, con un dischetto.

Lasciate agire per 5 minuti, risciacquate con acqua tiepida e il gioco è fatto!

Se lo vogliamo possiamo anche usare: 2 cucchiai di latte (intero: per pelli secche; scremato: per pelli grasse), 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (ha effetto scrub e fa seccare la pelle, potete aumentare o diminuire la dose in base al tipo di pulizia che volete fare, profonda o non), un paio di gocce di olio idratante (Argan, mandorle…), 1 goccia di olio essenziale (la mattina consigliato menta o arancio). Mescolate il tutto e tamponarlo sul viso con un dischetto, precedentemente inumidito e strizzato con acqua. Conservarlo in frigorifero per non più di due giorni visto la presenza di latte.

Inoltre, mentre possiamo usare miele e zucchero (o sale fino) per fare uno scrub, il tè verde tamponato sulla pelle è utilissimo come tonico (se si ha la pelle grassa aggiungere gocce di limone).

Un consiglio: sarebbe utile far dilatare i pori prima di idratare la pelle.

Preparate quindi dell’acqua bollente e fate un infusione con della camomilla. Versate il tutto in una bacinella e avvicinate il viso al vapore coprendo la testa con un asciugamano. I pori così si dilateranno e sarà più semplice pulire il viso.

In conclusione: il latte idrata la pelle (scegliere quello intero o quello scremato in base alle proprie esigenze); il limone disinfetta, lenisce, purifica e cicatrizza; il bicarbonato di sodio igienizza e in più la sua consistenza aiuta a rimuovere le cellule morte, il cetriolo idrata, il miele ammorbidisce la pelle. E non dimentichiamo il caro olio d’oliva, ottimo anti- age, emolliente e lenitivo per pelli secche.

La natura ha sempre dato all’uomo quello di cui necessita. Sarebbe bello iniziare a conoscere le proprietà degli elementi che ci circondano e imparare a usarli in modo anche diverso da quello verso cui il consumismo ci indirizza solo per questioni meramente economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*