×

La polveriera di San Giovanni: città militare abbandonata in Sardegna

Abbandonata sul finire del secolo scorso, l'ex città militare conserva nella decadenza un certo fascino.

14468452 1268468213184158 4065173114879691385 o 768x451

In mezzo al nulla della Sardegna si trova sempre in qualcosa. E infatti, tra la vegetazione che cresce incolta, si ergono le macerie di un luogo abbandonato dai tempi della guerra: si tratta della città militare di San Giovanni, nei pressi di Siliqua in provincia di Cagliari.

Una città militare abbandonata

L’attività della Ex Polveriera della Marina Militare di San Giovanni, è durata dagli anni ’30 al 1985, periodo durante il quale il presidio militare era un deposito di armi e munizioni della Marina Militare e dell’esercito. Inoltre aveva una posizione strategica di controllo sul Mediterraneo.

34482489 866251440229343 3305979504760979456 n

Si parla di un’area che occupa circa ottanta ettari di terreno, provvista di torri di avvistamento erette a protezione dei confini e anche un rifugio antiaereo. Una vera e propria città in miniatura, con le case dei militari e delle loro famiglie, la casermetta dei carabinieri, un locale con le insegne della Marina; tra i ruderi si riconoscono anche un lavatoio, il distributore del carburante, ma anche la ferrovia e un campo di calcio.

Un totale di circa quaranta costruzioni.

L’ex polveriera oggi

Purtroppo lo stato attuale degli edifici è di totale degrado, sono pericolanti, vandalizzati e circondati da cumuli di spazzatura, nonché depositi di amianto. Ora tra i ruderi si combatte un altro tipo di guerra: il softair, attività ludica che emula quella bellica in un gioco a squadre.

14500412 1268465876517725 7694930714183290695 o

Moltissimi murales colorano i muri delle strutture, spaziando da alcune opere d’arte della street art come mostri immaginari, fino alle semplici scritte poetiche o volgari. Nel complesso si tratta di un contesto molto scenografico e circondato da un bellissimo paesaggio, anche se nel suo abbandono risulta spettrale ed inquietante.

Contents.media
Ultima ora