La preghiera di Papa Francesco per ottenere la grazia della Madonna - Notizie.it
La preghiera di Papa Francesco per ottenere la grazia della Madonna
Cultura

La preghiera di Papa Francesco per ottenere la grazia della Madonna

Papa Francesco, attesissimo dopodomani, sabato 25 marzo, a Monza, ha divulgato una sua intensa preghiera alla Madonna. Questa:

Vergine Maria, Madre che non hai mai abbandonato un figliolo che grida aiuto,

Madre le cui mani lavorano senza sosta per i tuoi figli tanto amati,

perchè sono spinte dall’amore divino e dall’infinita misericordia che esce dal tuo cuore,

volgi verso di me il tuo sguardo pieno di compassione,

guarda il cumulo di ‘nodi’ che soffocano la mia vita.

Tu conosci la mia disperazione e il mio dolore.

Sai quanto mi paralizzano questi nodi e li ripongo tutti nelle tue mani.

Nessuno, neanche il demonio, può sottrarmi dal tuo aiuto misericordioso.

Nelle tue mani non c’è un nodo che non sia sciolto.

E’ una preghiera per chiedere la grazia a Maria, confidando nel suo essere “Madre che non hai mai abbandonato un figliolo che grida aiuto”; una “Madre le cui mani lavorano senza sosta per i tuoi figli tanto amati”; colma dell’ “amore divino”, “dall’infinita misericordia” e “dallo sguardo pieno di compassione”.

La frase “Sai quanto mi paralizzano questi nodi e li ripongo tutti nelle tue mani”, si riferisce al ricordo del Santo Padre della cosiddetta “Knotenloeserin”, in italiano “Vergine che scioglie i nodi”, un dipinto attribuito al pittore Johann Georg Melchior Schmidtner (1625, Augusta – 1705, Augusta) e conservato nella chiesa di St. Peter am Perlach ad Augusta, nel Sud della Baviera, in Germania. La Madonna è rappresentata mentre scioglie i nodi di un lungo nastro che le porgono degli angeli alla sua destra, mentre altri alla sua sinistra raccolgono il nastro “sciolto”. Si tratta di un’allegoria del ruolo di mediatrice della Madre di Dio con gli uomini, un’allegoria che l’attuale Papa Francesco vide e apprezzò negli Anni Ottanta, quando era ancora semplicemente don Jorge Mario Bergoglio. Volle che ne venissero realizzate diverse copie per distribuirle poi ai fedeli di Buenos Aires, dove “La Madonna che scioglie i nodi” divenne molto venerata dopo che una pittrice locale, Ana Betta de Berti, ne dipinse una per donarla alla parrocchia del futuro pontefice.

La “Destanudos”, come viene chiamata questa Madonna in spagnolo, viene celebrata anche oggi l’ottavo giorno di ogni mese, quando una lungo corteo si raduna davanti alla chiesa di San Josè del Talar, nel quartiere di Villa Devoto nella capitale argentina, per chiedere la sua intercessione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche