×

La proposta di Macron al Parlamento Ue: “Aborto e tutela dell’ambiente nella Carta dei diritti”

Il presidente francese Emmanuel Macron ha tenuto un lungo discorso sui diritti umani e i doveri ambientali al Plenario del Parlamento europeo.

macron diritti

Il presidente francese Emmanuel Macron ha tenuto un lungo discorso sui diritti umani e i doveri ambientali alla Plenaria del Parlamento europeo.

Macron alla Plenaria del Parlamento Ue

Il presidente francese, Emmanuel Macron, è stato protagonista dell’assemblea plenaria che si è tenuta in mattinata – mercoledì 19 gennaio – a Strasburgo, in sede di Parlamento europeo.

Il centro del discorso è stato il futuro dell’Europa in relazione ai diritti umani e doveri ambientali. Tra i tanti temi trattati, Macron ne ha voluti evidenziare due in particolare:

«La tutela dell’ambiente e il riconoscimento dell’accesso all’aborto dovrebbero entrare nella Carta dei diritti fondamentali».

Macron al Parlamento Ue: i tre principi dell’Europa

«L’Europa si fonda su tre grandi promesse. Una promessa di democrazia, che è nata ed è stata rivitalizzata nel nostro continente. Una promessa di progresso e una promessa di pace. Lo sgretolamento attuale che vediamo viene a scuotere queste tre promesse, la nostra sfida è di rispondere in profondità alla questione della rifondazione di queste tre promesse. La presidenza francese promuoverà valori che a forza di essere considerati acquisiti sono diventati più fragili».

Una vera e propria dichiarazione d’intenti quella rilasciata dal presidente francese. Inoltre, ha anche annunciato, per febbraio, un «vertice per il futuro degli oceani», perché «l’Europa è una potenza marittima».

Macron al Parlamento Ue: il futuro dell’Europa

Infine, il Capo di Stato francese ha voluto ricordare questi due anni di pandemia ed evidenziarne gli aspetti positivi sotto il punto di vista della solidarietà tra i vari Paesi, con l’auspicio che non vada persa:

«La gestione delle pandemie da parte delle democrazie ha condotto a delle decisioni molto più a tutela delle vite umane e dell’economia rispetto a quelle dei regimi totalitari. Siamo pronti per la lotta per la democrazia liberale. La presidenza francese porterà avanti la riforma dello spazio Schengen, con l’obiettivo di proteggere le nostre frontiere esterne. […] Bisogna agire con accoglienza solidale e condivisa tra gli Stati membri come abbiamo fatto tra il 2018 e il 2021».

Contents.media
Ultima ora