×

La Sfinge

default featured image 3 1200x900 768x576

la sfinge cairo 300x199

Sulla piana di Giza veglia un personaggio di pietra fra i più enigmatici.

È celebre in tutto il mondo. Questa Sfinge, la più grande concepita dagli architetti egizi, è diventata la Sfinge.
Le sue dimensioni sono in proporzione al suo ruolo: proteggere la piana delle grandi piramidi, vegliare perché la luce del sole sorga ogni mattino.
Sono tutti d’accordo nel riconoscere che la Sfinge risale al regno di Chefren, anche se non ci sono prove di questo.
Gli Arabi l’hanno sempre temuta, la chiamavano “la madre del terrore”.

Sentivano che questa belva gigante irradiava una forza pericolosa. Tentarono anche di distruggerla, usando addirittura un cannone, che ne mutilò il naso, ma ne uscì vittoriosa.

La Sfinge di Giza ha testa umana e corpo leonino. Il perché della fusione dei due elementi, zoomorfo e umano, in una scultura di dimensioni colossali è ancora oscuro.
Nel suo aspetto di leone accucciato, doveva forse vegliare sul complesso funerario delle piramidi.
Basandosi sul deterioramento del corpo, alcuni studiosi hanno attribuito alla Sfinge 8.000 anni in più di quelli dichiarati: l’erosione della statua non sarebbe dipesa dal vento o dalle tempeste di sabbia, ma dall’acqua piovana che avrebbe investito il colosso millenario durante il periodo postglaciale; a questo punto Chefren sarebbe solo il restauratore del monumento, al quale, con l‘occasione, avrebbe dato la sua faccia.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora