×

La Sicilia come il Golfo del Messico, in arrivo trivellazioni off-shore

Da Favignana fino a Pozzallo la Sicilia sta diventando a tutti gli effetti uno dei centri di estrazione petrolifera più importanti al mondo. Non solo petrolio, ma anche il metano potrebbe essere estratto dalle coste siciliane, con una postazione già pronta al largo di Lampedusa. Nella regione dove potrebbe partire la terza rivoluzione industriale, se solo fossero possibili politiche più oculate e mirate ad una gestione attenta delle risorse naturali locali, potremmo ottenere costi per gli idrocarburi simili a quelli dei paesi dell’OPEC. Gran parte di questi giacimenti da cui viene estratto petrolio grezzo infatti, vengono raffinati in alcune delle raffinerie presenti sul suolo siciliano (Priolo, Gela, Augusta) e da lì la benzina comunemente usata viene ri-comprata ad un prezzo maggiorato, gravato sia dalle accise statali che dai costi aggiunti dalle varie compagnie petrolifere.

Un argomento di cui prima o poi si dovrà discutere se si vuole parlare seriamente di federalismo fiscale, soprattutto in Sicilia

Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Francesco Quartararo

Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.

Leggi anche