> > La Slovenia legalizza matrimoni e adozioni per coppie omosessuali 

La Slovenia legalizza matrimoni e adozioni per coppie omosessuali 

Il presidente sloveno Borut Pahor

Cade in punto di norma il significato tradizionale delle nozze tra uomo e donna e la Slovenia legalizza matrimoni e adozioni per coppie omosessuali 

La Slovenia legalizza matrimoni e adozioni per coppie omosessuali ed è il primo paese dell’Est Europa ad assumere l’importante provvedimento legislativo.

Secondo quanto riferiscono i media il Parlamento di Lubiana ha approvato, con 48 voti a favore e 29 contrari, alcuni emendamenti al “codice che regola il diritto di famiglia”. Che significa? Che è stato riconosciuto un pronunciamento della Corte costituzionale di luglio con cui si stauiva che le “precedenti normative in fatto di unioni erano discriminatorie verso l’individuo”. 

La Slovenia legalizza i matrimoni omosessuali

Ecco cosa diceva quella sentenza di massimo rango: “Il divieto di unione tra persone omosessuali non può essere giustificato con il significato tradizionale del matrimonio tra uomo e donna, né come una protezione speciale della famiglia”.

E per le adozioni? La statuizione era che “un divieto assoluto non è un mezzo idoneo per raggiungere il massimo beneficio per un bambino“. In buona sostanza i giudici sloveni avevano detto che era compito dello Stato creare un sistema in cui si potesse valutare caso per caso. 

Sei mesi al Parlamento per legiferare

E dopo quella sentenza al parlamento erano stati concessi 6 mesi per legiferare. La legge adesso necessita solo della firma del presidente Borut Pahor e la pubblicazione.

Attenzione: in Slovenia il matrimonio diventa “l’unione a vita di due persone, senza distinzione di genere”. Il segretario di Stato Simon Maljevac ha commentato: “Con questi cambiamenti, stiamo riconoscendo i diritti che le coppie omosessuali avrebbero dovuto avere da molto tempo“.