×

La società di Victoria Beckham in crisi: quasi 54 milioni di debiti accumulati

Crisi nera con prezzi dei capi abbassati di somme clamorose: perché la società di Victoria Beckham è in crisi con quasi 54 milioni di debiti accumulati

Victoria Beckham a Venezia con il marito David

Anche i ricchi piangono, magari lo fanno da una gondola a Venezia ma lo fanno, la società di Victoria Beckham è ufficialmente in crisi con quasi 54 milioni di debiti accumulati. Dal Regno Unito arriva la notizia di un periodo buio per il marchio di moda dell’ex Spice Girl, piegato dalla pandemia e da alcune scelte finanziarie sbagliate.

La prova? Gli acquisti dei designer di Victoria Beckham vengono ora venduti con uno sconto del 70% su un negozio di sconti online di lusso: è l’effetto di un indebitamento monstre quantificato in 53,9 milioni di sterline.

La società di Victoria Beckham in crisi nera

La 48enne Victoria, oggi affermata stilista, aveva lanciato il suo brand nel 2008 con una piccola collezione di abiti, ma negli ultimi giorni è stato affermato che “il marchio è in rosso con pesanti perdite”.

E molti prodotti hanno ormai prezzi “da discount”, con vestiti su cui sono stati applicati tagli fino a 1.300 sterline. MailOnline ha contattato i rappresentanti di Victoria per un commento e in merito c’è un report ufficiale: “I ricavi totali del gruppo Victoria Beckham Holdings sono diminuiti del 6% a 36,1 milioni di sterline (2019 – 38,3 milioni di sterline) a causa degli effetti della pandemia globale”. 

Gli aiuti di stato contro il Covid

A suo tempo la Beckham aveva anche chiesto gli aiuti di stato contro il Covid. Spiega la note: “Il gruppo ha risposto rapidamente agli effetti della pandemia e ha controllato la sua liquidità e le sue spese, il che ha portato a una significativa riduzione delle perdite operative del 57%, grazie all’efficienza dei costi in tutta l’azienda e alla ricalibrazione del suo modello di business per renderlo sostenibile per a lungo termine”.

Contents.media
Ultima ora