La stagflazione è dietro l'angolo. Per la Cgil è necessario ridurre la pressione fiscale | Notizie.it
La stagflazione è dietro l’angolo. Per la Cgil è necessario ridurre la pressione fiscale
Economia

La stagflazione è dietro l’angolo. Per la Cgil è necessario ridurre la pressione fiscale

e stagflazione
L’Istat ha divulgato i dati ufficiali relativi al tasso di inflazione registrato nel mese di febbraio, che è salita di un ulteriore +0,3%, con un incremento su base annua pari al +2,4%. Il segretario confederale della Cgil, Danilo Barbi, commentando i dati Ista, ha evidenziato che in una situazione come quella attuale, con aumento della disoccupazione, continuo aumento dei prezzi di largo consumo e prima necessità, e una crescita economica che continua a latitare, le fasce ad essere maggiormente penalizzate sono ” lavoratori e i pensionati”. E non solo, aggiunge anche che “E’ concreto il rischio che il paese entri in uno stato di stagflazione (aumento dei prezzi e dell’inflazione in assenza di crescita economica e salari che non vengono adeguati a tali incrementi, con conseguente perdita del potere di acquisto)” . Da questi dati, sottolinea Barbi, risalta il fallimento delle politiche attuate sia dal governo italiano, ma soprattutto dall’europa, per la quale ha prevalso la logica di contenimento del debito “senza sostegni adeguati alla crescita”. Un mix di scelte e strategie sbagliate che ha portato a ” una crescita molto bassa mentre, per motivi internazionali e per gli interventi della finanza, stanno aumentando i costi dell’energia e dei beni alimentari”.

Sono queste le motivazioni sulla base delle quali ancora na volta viene rivolto al Governo l’appello di una immediata riforma fiscale che smetta di mettere le mani in tasca dei lavoratori dipendenti e pensionati, riducendo la pressione fiscale.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche