> > La storia di Joseph Ratzinger: chi era il Papa emerito

La storia di Joseph Ratzinger: chi era il Papa emerito

Ratzinger

Benedetto XVI si è spento oggi a 95 anni: tra le tante altre cose, Ratzinger sarà ricondato per essere stato l'unico Papa dimissionario negli ultimi secoli

Il Papa emerito Joseph Ratzinger è morto questa mattina all’età di 95 anni; l’annuncio è stato dato dal Vaticano.

Da tempo si sapeva che l’ex Pontefice fosse molto malato. Quello che era considerato uno dei più grandi teologi contemporanei è stato Papa per circa 8 anni, fino alle sue “dimissioni”.

La storia di Joseph Ratzinger: chi era il Papa dimissionario

Joseph Ratzinger nacque a Marktl am Inn, in Baviera, il 16 aprile 1927, da un padre poliziotto e da una madre cuoca. La sua infanzia fu trascorsa nella Germania degli anni ’30, nel particolare momento storico dell’ascesa del Nazismo e dell’inizo della Seconda Guerra Mondiale.

A soli 12 anni, il futuro Papa, entrò a contatto per la prima volta con il mondo ecclesiastico, entrando in seminario insieme al fratello maggiore. Con la guerra, però, i due vennero arruolati presso i servizi ausiliari antiaerei della Germania. Alla fine del conflitto mondiale, Ratzinger riprese gli studi, diventando presbitero nel 1951. Da quel momento, oltre a continuare nelle sue letture di teologia, Joseph iniziò la sua vera carriera nella Chiesa diventando prima pastore e poi arcivescovo di Monaco e Frisinga e prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.

Il Concilio Vaticano II e l’elezione a Papa

Ratzinger, considerato sin dalla giovane età persona estremamente competente in abito teologico, partecipò al Concilio Vaticano II e ai conclave che ai conclavi che hanno eletto Papa Luciani e Papa Wojtyla. Successivamente, Joseph arriva a Roma e in Vaticano dove diventa una delle figure più autorevoli, fino ad essere eletto Papa il 19 aprile 2005.

Il ritiro di Papa Benedetto XVI

Jospeh Ratzinger divenne, quindi, Papa Benedetto XVI: il 265esimo Pontefice di Roma, il nono tedesco.Ho voluto chiamarmi Benedetto XVI – spiegò all’epoca Ratzinger – “Per riallacciarmi idealmente al venerato pontefice Benedetto XV, che ha guidato la Chiesa in un periodo travagliato a causa del primo conflitto mondiale.” In otto anni da Pontefice, Ratzinger ha compiuto viaggi apostolici in 21 Paesi di tutti i continenti, fino alla clamorosa decisione. La sua carica terminò, infatti, il 13 febbraio del 2013 per sua stessa volontà: “Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio – affermò Benedetto XVI – “Sono pervenuto alla certezza che le mie forze non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero.” La ragione delle sue dimissioni, quindi, era legata all’età, con l’ormai ex Papa che decise di ritirarsi nel monastero Mater Ecclesiae, nella Città del Vaticano, diventanto Pontefice emerito.

Una decisione quasi senza precedenti, se consideriamo il fatto che l’ultimo Papa dimissionario era vissuto circa 600 anni prima. Sul ritiro di Benedetto XVI negli anni si è letto e scritto molto, la Chiesa in quel momento era sotto attacco per gli scandali legati alla pedofilia e non viveva certo un momento felice. Come suo successore, dal 13 marzo 2013 e ancora in carica ad oggi, fu scelto Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco.