×
L’opinione di Gianluigi Nuzzi

La tragedia del Mottarone chiede verità e giustizia, ma non sommaria

Se ci sono delle responsabilità queste vanno certamente accertate, ma aspettiamo a puntare l'indice. L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno è una giustizia sommaria.

Funivia Mottarone Stresa incidente
Funivia Mottarone Stresa incidente

La tragedia della funivia del Mottarone chiede verità e giustizia in tempi molto rapidi. Ci sono 14 persone che hanno perso la vita, ci sono parenti che piangono e c’è un dolore che colpisce non solo tutta l’Italia ma anche tutti i Paesi che vedono qualche vittima in questo triste elenco.

Ma non bisogna puntare l’indice, non bisogna avere una giustizia sommaria. Se ci sono delle responsabilità, queste vanno certamente perseguite. Bisogna capire perché il cavo portante si è spezzato, perché – se è vero – il sistema frenante non è entrato in azione. Era stata fatta una manutenzione straordinaria un paio di anni fa, ora bisogna capire se quella ordinaria è stata sempre compiuta a regola d’arte.

Però aspettiamo a puntare l’indice. Lasciamo che gli inquirenti, i Vigili del Fuoco, gli ingegneri e la Procura facciano le opportune verifiche.

Vogliamo verità e giustizia.

Contents.media
Ultima ora