×

La trama del film La grande bellezza

default featured image 3 1200x900 768x576

“La grande bellezza” è un film che può essere consigliato a chi ama Federico Fellini e il suo “8 1/2”, Ettore Scola con “Splendor” e l’Italia in generale. Il regista Paolo Sorrentino, regista tra l’altro de “Il divo”, è un maestro del cinema immaginifico, anche se le trame dei suoi film trattano ogni volta grandi tematiche per essere capite e apprezzate.

In questo film lui crea echi de “La dolce vita” di Fellini con lo studio sulle arti contro l’invecchiamento, un grigio Toni Servillo, che sembra Philippe Noiret, che interpreta il ruolo di un proiezionista del Cinema Paradiso.
La storia non è granché. E’ una lettera d’amore a Roma, ma anche un avviso nei riguardi della moda, del desiderio della carne che può deviarti da altre cose presenti nella tua vita.

In questo caso, il nostro eroe, il cui gusto per le feste, l’alcool e le donne affascinanti, che sono presenti in questo film, lo previene dal trovare l’amore vero.
Il film vuole mostrare la mancanza dei valori nei confronti di una società che bada più alla sostanza che all’essenza sullo sfondo del Colosseo.

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Simona Bernini

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora