×

La tv Bielorussa contro i Maneskin: “Pervertiti, degenerati, spazzatura che sa di Aids”

Il conduttore Grigory Azarenok ha insultato in diretta tv i Maneskin, vincitori dell'Eurovision Song Contest.

Maneskin

Dopo la vittoria all’Eurovision Song Contest i Maneskin sono stati presi di mira dalla tv Bielorussa e in particolare dal conduttore Grigory Azarenok, che li ha insultati in diretta tv.

I Maneskin e l’attacco della Bielorussia

Dopo le accuse per la presunta assunzione di droga in diretta tv sembra che i Maneskin debbano prendersela anche con la tv di stato Bielorussa.

Il giornalista Grigory Azarenok ha insultato la band all’interno del rubrica del programma “La Settimana”: “Guardate che cosa ha vinto Eurovision. È un bestiario dei pervertiti, omosessuali degenerati, spazzatura che sa di Aids“, avrebbe affermato Azarenok, e ancora: “Per fortuna non l’hanno trasmesso in Bielorussia. Il mondo moderno della democrazia e del progresso sta avanzando con successo verso la demenza totale, verso le perversioni fuori di testa, verso gli individui in tanga, verso la distruzione di tutto ciò che è umano nell’uomo“.

I Maneskin e le accuse di droga

La vittoria dei Maneskin all’Eurovision Song Contest è stata messa in dubbio per via di un video circolato in rete e per cui molti hanno dichiarato che Damiano David – frontman della band – stesse assumendo cocaina in diretta tv. La band ha immediatamente smentito simili congetture e il cantante si è anche sottoposto a un test anti-droga per dimostrare la sua onestà (risultando poi negativo).

“Siamo contrari all’uso di sostanze stupefacenti”, hanno affermato i Maneskin, più felici che mai per aver conquistato la vittoria.

I Maneskin e le critiche

Le critiche che hanno accompagnato la vittoria dei Maneskin all’Eurovision Song Contest hanno generato una vera e propria bufera in Italia, dove molti hanno preso le difese della band lanciata da X Factor. Il gruppo aveva già conquistato la vittoria a Sanremo 2021 alcuni mesi fa. “C’erano le telecamere, le immagini dei bicchieri rotti, perché subire l’umiliazione di farsi il test? Un artista del genere si deve umiliare perché quattro scemi hanno ipotizzato che fosse drogato”, ha dichiarato Roberto Poletti in merito alla polemica sorta in Francia, mentre Alessia Marcuzzi ha dichiarato: “Je rode. Senza parole per quello che stanno scrivendo alcuni siti francesi su Damiano. Invece di applaudire una band giovanissima, talentuosa e che ha fatto riscoprire il rock a chi pensava che il rock fosse morto. Invece di farli gioire in una serata per loro (e aggiungere anche per noi!) così importante. Siete solo dei rosiconi, lo penso davvero.”

Contents.media
Ultima ora