×

Lactosolution, l’integratore per chi è intollerante al lattosio: cos’è e come funziona

Cos'è e come funziona Lactosolution, integratore in compresse da assumere prima dei pasti da chi è intollerante al lattosio.

Lactosolution 1500

Secondo i dati dell’AILI (Associazione Italiana Latto-Intolleranti), circa il 40% della popolazione in Italia soffre di intolleranza al lattosio. È da questa constatazione che nasce Lactosolution 15000, un prodotto sviluppato da Nutra Solutions che grazie alla sua efficacia e praticità consente a chi mal digerisce lo zucchero contenuto nel latte di poter consumare un pasto completo.

Lactosolution: cos’è

Lactosolution è una compressa con diametro di 6 mm a base di enzima di lattasi e calcio. Il primo componente serve a migliorare la digestione del lattosio nei soggetti che hanno difficoltà nel digerirlo, mentre il secondo aiuta la regolare funzione degli enzimi digestivi. Con 15.000 FCC di attività enzimatica, una sola pastiglia aiuta a digerire un pasto completo (primo, secondo e dolce). Senza zuccheri aggiunti e adatto anche ai vegani, Lactosolution è un prodotto sicuro, registrato al Ministero della Salute con numero 111389 e privo di effetti collaterali e controindicazioni.

Lactosolution: come funziona

L’indicazione fornita da Nutra Solutions, startup sviluppatrice dell’integratore che attualmente è impegnata in una campagna di crowdfunding, è quella di assumere una compressa prima del pasto contenente lattosio in modo da digerirlo senza problemi. Oltre all’efficacia garantita, tra i vantaggi del prodotto vi è anche quello di essere pratico e funzionale. Il pacchetto base è infatti composto da 15 compresse e un portapillole in alluminio impermeabile e con anello portachiavi. Essendo quest’ultimo resistente all’acqua, agli urti, ai raggi UV del sole e alla polvere, è dunque possibile portarlo sempre con sé e averlo a portata di mano in ogni occasione.

Lactosolution: dove trovarlo

L’integratore è al momento disponibile online, su diversi siti di e-commerce, ma è anche ordinabile nella maggior parte delle farmacie. Per la prima volta al mondo la startup che lo ha ideato lo ha anche diffuso in bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie sotto forma di bustine monodose. In questo modo il cliente può provarlo, osservarne la reazione su di sé, valutarne l’efficacia e i benefici e recarsi poi a comprare l’intero pacchetto in farmacia o su internet. Uno degli obiettivi della casa sviluppatrice è inoltre quello di fare informazione scientifica a medici o dottori nutrizionisti tramite propri agenti sparsi sul territorio italiano per fare in modo che prescrivano il prodotto ai pazienti che presentano intolleranza al lattosio.

Contents.media
Ultima ora