Lady Lovibond, la leggenda della nave fantasma che appare ogni 50 anni
Lady Lovibond, la leggenda della nave fantasma che appare ogni 50 anni
Lifestyle

Lady Lovibond, la leggenda della nave fantasma che appare ogni 50 anni

L'Inghilterra e la sua nave
La piantina e la nave

La nave fantasma britannica Lady Lovibond, apparsa e scomparsa ogni 50 anni dal 13 febbraio 1748 al 13 febbraio 1998 con la sua sinistra leggenda che continua ad affascinare molti.

Tra storia e leggenda

Nave fantasma

Vi sono molte suggestive leggende legate al mare, magari a vascelli fantasma che appaiono ad altre navi per poi scomparire inghiottite dalla nebbia e dalle onde. E’ il caso della leggenda su una goletta inglese, una tre alberi chiamata Lady Lovibond, che apparirebbe ogni 50 anni il 13 febbraio, il giorno che precede San Valentino.

Il 13 febbraio 1748 infatti, la nave salpò dal Tamigi raggiungendo il mare, per circumnavigare la costa della regione britannica del Kent e arrivare poi fino al Portogallo. Era la meta che si era prefissato il capitano Simon Reed, che in questo modo voleva celebrare il suo matrimonio appena avvenuto con la sua amata Annette e la loro luna di miele. A bordo c’erano anche i numerosi invitati alle nozze che festeggiavano gli sposi, ma c’era anche il primo ufficiale John Rivers, che era geloso del capitano perché si era invaghito della sua neo-moglie e decise di vendicarsi per non essere stato scelto dalla donna al posto suo.

Quando la Lady Lovibond arrivò in prossimità dello Stretto di Dover, dove si trova una spiaggia chiamata Goodwin Sands, in prossimità della quale sarebbero naufragate oltre 2.000 imbarcazioni, Rivers uccise a colpì di spranga il timoniere e si mise a sua volta alla guida della nave, dirottandola verso le Goodwin Sands, e facendola naufragare provocando la morte di tutti i passeggeri, compreso se stesso.

Flutti

Cinquant’anni dopo, il 13 febbraio 1798, la Lady Lovibond avrebbe cominciato le sue apparizioni, andando incontro alla nave Edenbridge, guidata dal capitano James Westlake. Un attimo dopo che il comandante evitò che le due navi “scontrassero”, la Lady Lovibond scomparve. Il misterioso avvistamento fu confermato anche dall’equipaggio di un’altra imbarcazione.

Ancora 50 anni più tardi, il 13 febbraio 1848, sembrò che vi fosse stato lo scontro tra la nave fantasma ed un peschereccio, a detta di alcuni pescatori che prima si erano gettati in mare, ma vedendo la nave “reale” arenata sulla sabbia, parve che non ce ne fosse un’altra vicina con cui si sarebbe scontrata. Un episodio simile avvenne esattamente 50 anni dopo.

Nave

La nave del capitano Simon Reed si mostrò ancora un secolo dopo il suo naufragio nello stesso luogo il 13 febbraio 1948: a vederla questa volta fu il capitano Bull Prestwich. Naturalmente a lui parve di veder avvicinarsi una nave vera, immersa in una sinistra luce verde. Questa volta non si scontrò con la Lady Lovibond e si limitò a scomparire vicino alla Goodwin Sands. Il 13 febbraio 1998 una folla di curiosi si radunò sperando di vederla, ma nessuno ci riuscì. Sarà possibile nel 2048.

Nave nella nebbia

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche