Lamberto Sposini: ecco come è la sua vita oggi
Lamberto Sposini: ecco come è la sua vita oggi
Gossip e TV

Lamberto Sposini: ecco come è la sua vita oggi

Lamberto Sposini
Lamberto Sposini

La vita lavorativa di Lamberto Sposini dopo l'ictus del 2011 ha subito un brusco stop. Ecco come vive oggi il giornalista tv.

La vicenda di Lamberto Sposini, noto giornalista televisivo, è ben nota a tutti. Il 29 aprile 2011, il conduttore viene colpito da un ictus, proprio qualche minuto prima di andare in onda. Era il giorno del matrimonio reale d’Inghilterra, quando Kate e William sono convolati a nozze. “La vita in diretta“, il programma che lo vedeva alla conduzione, doveva dedicare ampio spazio alla notizia. Lamberto Sposini, però, viene portato d’urgenza all’ospedale per un’emorragia celebrale, da cui si riprende molto lentamente. Da quel giorno, Sposini si è trasferito a Milano, dove vive da solo, accudito dalla figlia Matilde. Evidentemente, i medici del Policlinico Gemelli sono riusciti, allora, a strapparlo alla morte, ma da quel momento in poi, la sua vita è cambiata.

La storia di Lamberto Sposini

Lamberto Sposini si fa conoscere come volto noto dei telegiornali di Rai e Mediaset. I suoi inizi risalgono al 1978 quando diventa giornalista pubblicista e inizia a lavorare per giornali e tv, come inviato.

Dopo i primi tempi al Tg1, nel 1991 si trasferisce alla concorrenza, dove è tra i fondatori del Tg5 di cui nel 1993 assume la direzione. L’addio al telegiornale arriva nel 2006, per divergenze con l’allora direttore, Carlo Rossella. Nel 2008 avviene il suo ritorno in Rai, per la conduzione de La vita in diretta. Dopo il 2011, anno del malore, Sposini non è più tornato in televisione, tanto che, nel marzo del 2015, in seguito a una caduta che gli ha causato la frattura dell’omero, ha annunciato l’addio definitivo.

L’affetto dei colleghi

Oggi, forse, quello che manca a Lamberto Sposini, è soprattutto l’affetto dei colleghi. Qualcuno, però, cerca di dimostrargli almeno la sua vicinanza, facendogli visita e ricordandone la professionalità. Il giornalista, da quel giorno maledetto, non è più in grado di parlare sebbene sia perfettamente consapevole di tutto ciò che gli sta intorno. L’unico modo con cui ancora riesce a comunicare è con gli occhi.

Sabina Donadio, la sua ex compagna, è rimasta al suo fianco per tutto il tempo, instaurando con lui – dice – una nuova e bellissima amicizia. Sabina cura, ora, le sue pubbliche relazioni. È stata proprio la ex compagna a dichiarare recentemente: “Sono trascorsi 6 anni dall’emorragia e purtroppo oggi Lamberto è un’altra persona. Ma con la vicinanza fisica dei colleghi sarebbe sicuramente diverso”. Ha poi aggiunto: “Lamberto è ancora vivo, ma per la Tv è come se non ci fosse più”. La carriera giornalistica di Sposini è terminata il giorno del malore, ma, pare, abbia regalato al giornalista molto tempo per coltivare nuove passioni.

Le polemiche

All’epoca dell’ictus, ci furono molte polemiche circa un presunto ritardo nei soccorsi. Sembra che Lamberto Sposini sia arrivato all’Ospedale Gemelli di Roma solo due ore dopo il malore avuto negli studi Rai. I familiari, per questo, hanno intentato una causa contro il servizio pubblico, per i ritardi causati dai medici aziendali.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche