×

Lascia il lavoro per studiare magia nera: trovata morta insieme alla figlia, ipotesi omicidio rituale

Una donna è stata trovata morta insieme alla figlia e al gatto. Aveva lasciato il lavoro per studiare magia nera. L'ipotesi è quella di un rituale.

Elizaveta Tsarevskaya

Una donna è stata trovata morta insieme ala figlia e al gatto. Aveva lasciato il lavoro per studiare magia nera. L’ipotesi è quella di un omicidio rituale, visto che la donna era appassionata di occulto. 

Trovata morta con la figlia e il gatto: ipotesi omicidio rituale

Elizaveta Tsarevskaya era un architetto. Aveva studiato a lungo per diventarlo e aveva ottenuto grandi successi. Ad un certo punto ha deciso di lasciare la sua professione per dedicarsi alla magia nera. La donna è stata trovata morta con la figlia di un anno e il gatto. L’ipotesi più accreditata è quella dell’omicidio rituale, visto l’interesse della donna per l’occulto. Il suo corpo era nudo, accanto alla figlia e al gatto morto, nella città russa di Rostov sul Don.

Accanto ai loro corpi erano presenti delle foto dell’ex amante della donna. 

Trovata morta con la figlia e il gatto: il ritrovamento

Quando sono arrivati nell’appartamento, gli agenti delle forze dell’ordine sono rimasti profondamente scioccanti, come ha riportato una fonte della polizia. “Sangue e oggetti di rituali magici erano sparsi ovunque” hanno dichiarato. La donna era morta, accanto alla figlia di un anno e al gatto. Era nuda, ma non se ne conosce il motivo.

Tutti presentavano delle ferite da taglio, che pensano siano state inflitte dalla stessa donna, che aveva 32 anni e amava l’occulto. I media locali la definiscono una “strega”. 

p:nth-of-type(2)","sizes":[[8,8]],"hideOnSensitiveArticle":true,"relativePos":"after","additionalClass":"in-article","name":"div-gpt-ad-vip-slot","type":"VIP","bidders":{"ozone":"1420432300"}}” data-gpt-placeholder=”” data-response-start=”2618″ data-type=”gpt”>

Trovata morta con la figlia e il gatto: il marito

Il marito della donna si chiama Artur Rusin, ha 26 anni e ha riferito che la donna si era laureata con lode, come uno degli studenti migliori di architettura. Aveva anche un grande talento come stilista. L’uomo ha raccontato che ad un certo punto è diventata ossessionata dall’occulto e cercava di comunicare con i morti. Quando ha abbandonato il lavoro, è rimasta incinta di un amante di nome Anton, anche lui appassionato di magia nera. Quando ha partorito il marito ha cresciuto la figlia come se fosse sua. Le porte dell’appartamento erano chiuse dall’interno. L’ipotesi è che la donna abbia ucciso la figlia e il gatto in un omicidio rituale, per poi togliersi la vita. Il suo amante non è stato trovato.

Contents.media
Ultima ora