Lassativo Guttalax: Agenzia del Farmaco ritira alcuni lotti
Lassativo Guttalax: Agenzia del Farmaco ritira alcuni lotti
Cronaca

Lassativo Guttalax: Agenzia del Farmaco ritira alcuni lotti

Guttalax
Guttalax

L'Agenzia del Farmaco richiama il medicinale lassativo. Attenzione ai lotti interessati

La decisione di ritirare alcuni lotti del medicinale lassativo Guttalax è arrivata direttamente dall’Agenzia del Farmaco. L’informazione è stata ufficializzata in seguito della comunicazione da parte della ditta Farma 100. In un comunicato ha parlato di “di discrepanza, emersa da controlli dell’ufficio dell’AIFA Certificazioni e Importazioni Parallele, presente sugli stampati relativamente alla composizione degli eccipienti”.

La Società Farma 1000 ha comunicato l’avvio della procedura di ritiro che il Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare. Nello specifico, il ritiro del medicinale riguarda esclusivamente alcuni lotti. Si tratta di GUTTALAX 7,5 mg/ml gocce soluzione orale flacone da 105 ml AIP 045860018, lotti n. 732002 A, scadenza 31/05/2022, n. 732147A scadenza 31/5/2022, n. 83113°, scadenza 31/03/2023.

Lassativo Guttalax

Il Guttalax è un medicinale che si usa per trattare diverse condizioni tra cui la stitichezza occasionale. Si tratta di un lassativo da non assumere con regolarità o per lunghi periodi, ma solo nel momento del bisogno.

Il Guttalax agisce stimolando i movimenti dell’intestino e così accelera il passaggio del contenuto dell’intestino stesso, sbloccando il problema della stitichezza.

Come qualsiasi farmaco, anche il Guttalax può causare qualche effetto indesiderato, tra questi diarrea, crampi addominali e dolori. Tra le controindicazioni (anche se più rare) vi sono anche i giramenti di testa e il vomito.

Guttalax

Ambromucil

Un secondo caso di medicinale ritirato è l’Ambromucil. Si tratta di un farmaco mucolitico. Ambromucil è indicato per il trattamento dei sintomi derivati da patologie di bronchi e polmoni con contrazione dei muscoli respiratori dei piccoli bronchi (componente spastica bronchiale). A disporre il ritiro è stato il Consorzio Stabile per la Distribuzione (COFIDI), a seguito di richiesta pervenuta dall’Aifa.

In tal caso, sono interessati i lotti AMBROMUCIL*SCIR 200ML 10MG/ML – AIC 028061048, lotti n. B189102 scad. 2-2021 e B189103 scad. 3-2021 della Società Malesci Istituto Farmacobiologico. A chiunque dovesse essere ancora in possesso dei lotti indicati, si raccomanda di non proseguire con l’utilizzo e riportarli in farmacia o contattare direttamente l’azienda

Il ritiro dello sciroppo è stato ordinato dopo la comunicazione della ditta Malesci, che ha riferito la non conformità alle CGMP relativa al sito di produzione del fornitore dei un principio attivo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 847 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.