×

Laura Ziliani, l’autopsia conferma: il corpo ritrovato nel Bresciano è dell’ex vigilessa

Una ciste sotto il piede destro e gli orecchini confermano che il corpo ritrovato è di Laura Ziliani. Non emergono segni di violenza.

Laura Ziliani corpo

L’autopsia ha confermato che è di Laura Ziliani il corpo ritrovato nel Bresciano. Il medico legale non ha riscontrato segni di violenza.

Laura Ziliani, ritrovato il suo corpo

Una tragica notizia quella che arriva dal Bresciano, che conferma quanto sospettato da diversi giorni: il corpo della donna ritrovato senza vita è quello di Laura Ziliani.

L’ex vigilessa, 55 anni, era scomparsa lo scorso 8 maggio. L’acqua della piena dell’Oglio aveva nascosto a lungo il corpo della donna e poi lo ha parzialmente riportato in superficie. I parenti hanno riconosciuto gli orecchini indossati dall’ex vigilessa di Temù e la ciste che aveva sotto il piede destro.

Laura Ziliani, le condizioni del corpo

Al momento del ritrovamento, il corpo della donna era irriconoscibile. Il cadavere è stato trovato lungo un torrente che porta alla centrale idroelettrica di Temù, in provincia di Brescia. Poco distante dal luogo del ritrovamento era stata riconosciuta una scarpa appartenuta alla Ziliani. La scarpa da trekking bucata era stata ritrovata il 23 maggio sul ponte che attraversa il torrente Fumeclo.

Il corpo di Laura Ziliani era ricoperto da pochi brandelli di tessuto e indossava ancora la biancheria intima, probabilmente una vestaglia.

La donna evidentemente non aveva addosso alcun indumento da trekking, neppure le scarpe con i plantari speciali che avrebbe dovuto portare nell’ipotesi della gita solitaria in montagna sostenuta dalle due figlie indagate.

Il medico legale Andrea Verzeletti agli Spedali Civili di Brescia non ha rivelato segni di violenza sul corpo della vittima. Non sono stati individuati fori di proiettile, tagli da lama, fratture da corpo contundente.

Si susseguono le ipotesi sulle cause della morte: la 55enne potrebbe essere stata avvelenata, asfissiata o annegata.

Nell’inchiesta condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo e dal pm Caty Bressanelli, l’ipotesi di una caduta o di un malore è ormai sul punto di essere scartata.

Laura Ziliani, ritrovato il suo corpo: gli indagati

Mentre proseguono le indagini per far luce sulla dinamica e ricostruire la tragica morte della donna, la Procura di Brescia ha aperto un’inchiesta per omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Al centro delle indagini sono finite 2 delle 3 figlie dell’ex vigilessa. Con loro è indagato anche il fidanzato della sorella maggiore.

Contents.media
Ultima ora