×

Lav e Current Tv contro gli allevamenti intensivi di galline

Nei prossimi giorni in molte famiglie si comincerà a organizzare e preparare il menù di Natale e saranno in molti a trovare in tavola piatti a base di uova o carne di pollo.

Lav (Lega antivivisezione) e Current Tv (il network televisivo fondato da Al Gore) hanno quindi deciso di lanciare proprio in questi giorni una campagna pubblicitaria, che faccia prendere coscienza della situazione in cui vivono le galline allevate in batteria.

Lo spot mostra da un lato i momenti dei preparativi della cena e del pranzo di Natale e dall’altro sovrappone le immagini scioccanti delle galline recluse in gabbia.

In questo modo Lav e Current Tv vogliono far prendere coscienza a tutti della situazione in cui vivono le galline allevate in batteria: animali costretti a stari in spazi ridottissimi, in gabbia sovrapposte una sopra l’altra, con una ventilazione e una luce forza continua, per spingerle a produrre di più.

L’iniziativa ha come scopo anche quello di sostenere l’applicazione del bando delle gabbie di batteria entro il 1° gennaio 2012, come previsto dalla direttiva europea 1999/74.

Roberto Bennati, vicepresidente Lav, ha spiegato:” “Con questa campagna vogliamo dare un contributo di informazione ai cittadini chiedendo loro di aiutarci a evitare sofferenze come quelle cui sono sottoposte le galline dalle gabbie.

Liberiamoci dalle uova di galline nate e vissute nelle strette gabbie di batteria, liberiamo 40 milioni di galline garantendogli quel benessere che non possono avere nel sistema in gabbia, ricordando che dal 2012 introdurrà il divieto d’allevamento nelle gabbie convenzionali. Tutti i giorni e più che mai in occasione di festività religiose come il Natale, possiamo e dobbiamo mettere in pratica la solidarietà, anche nelle scelte alimentari”.

Per maggiori informazioni andate sul sito www.gallinelibere.lav.it


Contatti:

Contatti:

Leggi anche