×

L’Avana, forte esplosione all’Hotel Saratoga: salgono a 22 i morti

Sono almeno 22 i morti causati dall'esplosione avvenuta all'Hotel Saratoga a L'Avana, Cuba: tra questi anche una donna incinta e un bambino.

Esplosione hotel L'avana

Sono saliti a 22 i morti accertati e a 60 i feriti causati dalla forte esplosione avvenuta all’interno dell’Hotel Saratoga a L’Avana, uno degli hotel a cinque stelle più esclusivi di Cuba: i soccorritori sono al lavoro per cercare di raggiungere varie persone che sono rimaste intrappolate sotto le macerie.

Esplosione in un hotel a L’Avana: 22 morti

I fatti si sono verificati poco dopo le 11, ora locale, e hanno pesantemente danneggiato l’edificio che si trova nella città vecchia ed era in ristrutturazione (i primi tre piani sono stati sventrati quasi completamente). Lo storico hotel avrebbe dovuto riaprire quattro giorni dopo a seguito della chiusura dovuta alla pandemia, ma ora giace in rovina con gran parte del muro esterno strappato.

Mentre sono in corso le ricerche dei dispersi e i soccorsi dei feriti, tra cui anche alcuni bambini studenti della vicina scuola elementare, si sta cercando di capire cosa abbia provocato l’esplosione seguita da un fortissimo boato. Secondo quanto appreso, tra le vittime ci sarebbero anche una donna incinta e un bambino.

Esplosione in un hotel a L’Avana: le cause

Miguel Díaz-Canel, presidente di Cuba dal 2019, ha diramato un comunicato rendendo noto che “non è stata una bomba o un attentato ma solo uno sfortunato incidente“.

Le autorità de L’Avana hanno spiegato che potrebbe essere avvenuto durante il travaso di gas liquido da un camion: “I primi risultati indicano che l’esplosione è stata causata da una fuga di gas“.

Punto di riferimento nel quartiere della capitale e costruito nel XIX secolo, la struttura aveva ospitato in passato star come Madonna, Beyonce e Mick Jagger che vi soggiornarono durante il disgelo tra L’Avana e Washington sotto la presidenza Obama.

Contents.media
Ultima ora