×

Lazio, Lombardia e Veneto rischiano la zona gialla a Natale: i dati su contagi e ricoveri

Dato il trend in crescita di contagi e ricoveri, Lazio, Lombardia e Veneto rischiano di finire in zona gialla a ridosso del Natale. 

Covid, Di Maio: "Non vogliamo chiudere a Natale, vaccini unica via"

Il Lazio, la Lombardia e il Veneto corrono il rischio di entrare in zona gialla durante le vacanze di Natale. In tutte e tre le regioni casi positivi e ricoveri sono in aumento e si teme che nel giro di tre settimane i parametri possano raggiungere le soglie per il passaggio di zona.

Lazio, Lombardia e Veneto rischiano la zona gialla

A farlo pensare è il trend in crescita di tutti gli indicatori epidemiologici. Se infatti il 29 ottobre in Lazio c’erano 48 pazienti in terapia intensiva e 370 in area medica, in Veneto 30 e 166 e in Lombardia 46 e 297, un mese dopo la situazione è sensibilmente peggiorata: stando ai dati di lunedì 29 novembre, il Lazio conta 97 pazienti in rianimazione e 735 in degenza ordinaria, il Veneto 88 e 467 e la Lombardia 99 e 817.

Un ritmo di crescita che, se non frenerà, potrebbe portare in tre settimane queste regioni in zona gialla.

Secondo i numeri diffusi dall’Agenzia Nazionale per i servizi sanitari regionali, la prima regione è al 10% di occupazione delle terapie intensive e all’11% dell’area medica, la seconda all’8% per entrambi e la terza al 6% e al 12%. Per passare in zona gialla dovrebbero rispettivamente superare le soglie del 10% e del 15%.

Lazio, Lombardia e Veneto rischiano la zona gialla: parlano gli amministratori locali

Governatori e assessori delle tre regioni sono consapevoli del rischio corso dai loro territori. Alessio D’Amato (Lazio) ha infatti ammesso che il rischio di passare in zona gialla è pari a quello degli altri territori mentre Luca Zaia (Veneto) ha esplicitamente detto che “la settimana prossima potremmo rischiare di passare in zona gialla e dobbiamo tutti essere più prudenti e assumere comportamenti virtuosi“.

Contents.media
Ultima ora