×

Le 5 isole asiatiche meno conosciute da visitare una volta nella vita

Cinque mete al di fuori dei classici itinerari turistici, per tornare a: vivere, viaggiare e contemplare la natura in modo nuovo.

isole asiatiche

Cinque isole asiatiche; destinazioni da scoprire, oggi… In un tempo in cui è ormai diventato quasi impossibile realizzare il sogno di una vacanza avventurosa: ecco, un’avvincente panoramica sulle mete più interessanti da vivere, all’insegna del piacere e della conoscenza.

L’Isola di Cheung Chau, Hong Kong

L’isola di Cheung dista a 20 chilometri da Hong Kong (“porto profumato”) Un tempo la risorsa principale era la pescagione: e il luogo era diventato una delle comunità più importanti e numerose di pescatori. Ancora oggi è possibile ammirare le flotte di imbarcazioni ormeggiate, grande orgoglio degli isolani. Tuttavia, nel corso degli ultimi anni, la popolazione ha saputo creare una valida alternativa, valorizzando: spiagge, centri abitati e popolandoli di ristoranti e bazar suggestivi, lungo Tung Wan Beach.

Itinerari mistici nell’isola

L’isola è anche il luogo di culto di diverse divinità: Uno dei templi più antichi e importanti è dedicato a Pak Tai: secondo la tradizione, protettore dei pescatori nella loro attività quotidiana.

Edificato nel 1783, il tempio è stato demolito e successivamente ricostruito.Importanti sono i manufatti in legno dorato risalente alla dinastia Quing (1644-1911) e la spada di ferro, della dinastia Song (960-1279).

Luoghi e attrazioni dell’isola: La grotta del pirata Cheung Po Tsai e il Bun festival

Immancabile la visita alla grotta di Po Tsai, figura mitica di filibustiere dal buon cuore e nemico dell’ingiustizie .

Secondo la leggenda, il pirata è vissuto nel 18°.Durante la dinastia Quing fu a capo di una immensa flotta e,secondo fonti storiche, l’isola di Chaung chan è stato uno dei suoi nascondigli, nel corso delle scorribande per i mari.

La rassegna annuale del Cheung Chau Bun Festival, si svolge alla fine di Aprile o all’nizio di Maggio. La Festività dedicata al culto della divinità Pak Tai.

Come arrivarci

Per raggiungere l’isola di Chaung, è possibile prendere i battelli della First Ferry. E’ prevista una partenza ogni 30 minuti, dal porto di Hong Kong, per una durata complessiva, di un’ora di viaggio.

isole asiatiche

Nusa Penida, Singapore

Se siete alla ricerca di mete al di fuori dagli itinerari del turismo di massa, Nusa Penida è il luogo adatto. Fra le tre isole Nusa, è la più grande, oltre che la meno nota e incontamintata: letteralmente la meta ideale per gli amanti della natura e appassionati di snorkeling.

Luoghi da visitare

Angel’s Billabong una piscina naturale; Broken Beach Una suggestiva insenatura racchiusa fra le scogliere, fra sabbia finissima e panorami mozzafiato.

Crystal Bay

Fra tutte quante è la spiaggia più famosa e anche quella più diretta al pubblico: la strada d’accesso è totalmente asfaltata. E da luglio a novembre è il luogo designato per avvistare i mola mola, (il pesce luna).

Verso le 4 del pomeriggio, la marea si abbassa e l’acqua diventa calma: permettendo, ai turisti, di godersi un mare calmissimo, alla luce del tramonto.

Pura Gora Giri Putri

Sulla strada per andare a Atuh è possibile ammirare il tempio di Pura Giri Putri, noto luogo di culto per tutti gli induisti.

La particolarità del luogo è che si deve entrare sotto terra: passando per un piccolissimo varco, stretto fra due rocce, per aprirsi poi in una vasta caverna.

É possibile visitare il tempio nelle ore pomeridiane, adottando l’accortezza di indossare il Sarong (la veste tradizionale).

Come arrivarci

Per raggiungere l’isola è possibile affittare una imbarcazione privata da Bali, o in alternativa affidarsi a una Jukung, il mezzo pubblico tradizionale.

Il viaggio da Bali a Nusa dura 90 minuti; si consiglia di recarsi, al molo, almeno un’ora prima della partenza.

Nikoi Island, Singapore

Isola distante 85 km da Singapore.

Occupa 15 ettari ed è sede di uno dei più esclusivi resort: fra spiagge incontaminate e un centro benessere è la località destinato a un’élite selezionata.

Principalmente, gli ospiti appartengono all‘alta società di Singapore.Fra le attività sportive più praticate:il Kayak, stand up surfing, arrampicata su roccia e itinerari avventurosi da percorrere in mountain bike.

Gli amanti della natura, potranno apprezzare l’impegno eco sostenibile dell’isola oltre al piacere di ammirare le tartarughe marine nel loro habitat naturale.

Come arrivarci

Il viaggio per Nikoi dura due ore e mezzo è necessario prendere due traghetti: il primo parte da Singapore ed è diretto a Bintain. Infine, il secondo, porta direttamente all’isola di Nikoi

Isole Ogasawara, Giappone

A sud di Tokyo è collocato l’arcipelago delle isole Ogasawara: trenta isole, poste sotto la giurisdizione della megalopoli giapponese.

L’arcipelago è entrato a far parte del patrimonio mondiale dell’Unesco ed è una meta turistica, attiva benché non eccessivamente sovraffollata, di turisti.

Le attrazioni più note di queste “Galapagos d’Oriente” sono le spiagge incontaminate; oltre alla flora e alla fauna. Per gli amanti della natura, segnaliamo anche la rara possibilità di assistere al fenomeno naturale, noto come “raggio verde”.

Accoglienza regale per i turisti.

La lunga durata del viaggio ( andata e ritorno), dall’isola, consente la partenza di un solo traghetto alla settimana; proprio per questo i visitatori ricevono un’ accoglienza e un congedo, regali e calorosi.

Arcipelago isole Ogasawara

Come arrivarci

Per raggiungere l’arcipelago delle isole Ogasawara è necessario prendere il traghetto ChichijimaMaru per Chichi-Jima in partenza dal porto di Takeshiba, Tokyo.

Batanes, Filippine

E’ una delle isole più remote e una delle più interessanti, per la sua compresenza di spiagge, scogliere e colline la rendono una meta interessanti per naturalisti e appassionati di immersione più esperti, le onde alte e le forti correnti, richiedono un grado di preparazione più avanzato.

Le spiagge più note dell’isola, sono: Chadpidan e Nakabuang beach

Per i meno avventurosi è consigliabile Morong Beach, le onde più friendly, rendono accessibile anche ai meno esperti, il piacere di nuotate o immersioni.

Fra i luoghi tipici dell’isola segnaliamo l’Honesty coffee shop, un ritrovo rustico, aperto 17 anni fa.

La caratteristica di questa caffetteria è l’assenza di personale: né camerieri o cassieri.

I clienti si servono da soli e lasciano, in una scatola il pagamento richiesto, rispettando il principio di onestà.

Come arrivarci

Da Manila prendere il volo Cebu Pacific, per Basco.

Isole asiatiche

Scrivi un commento

1000

Leggi anche