×

Le Cinque Terre: 10 curiosità sulla località ligure

Dieci curiosità sulle Cinque Terre, i 5 celeberrimi borghi liguri in provincia di La Spezia dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1997 con la bellezza del loro paesaggio.

default featured image 3 1200x900 768x576

Quali sono

Una delle Cinque Terre

Con la definizione “le 5 Terre” si identifica un frastagliato e meraviglioso tratto di costa della Riviera ligure del Levante (Riviera spezzina) situato nella provincia di La Spezia tra Punta Mesco e Punta Montenero. Vi si trovano 5 borghi, anticamente chiamati “terre”, considerati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO a partire dal 1997 con questa motivazione: “La riviera ligure orientale delle Cinque Terre è un paesaggio culturale di valore eccezionale che rappresenta l’armoniosa interazione stabilitasi tra l’uomo e la natura per realizzare un paesaggio di qualità eccezionale, che manifesta un modo di vita tradizionale millenario e che continua a giocare un ruolo socioeconomico di primo piano nella vita della società”.

Tali borghi sono Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore – da ovest ad est -. A parte Corniglia, tutti si affacciano direttamente sul mare e sono raggiungibili in macchina, in treno e in traghetto. La cosa migliore, però, sarebbe fare una piacevole passeggiata all’interno di questi luoghi così rinomati ed apprezzati dai turisti.

Il perché del nome

Le 5 terre

In passato questi borghi erano molto isolati e si potevano raggiungere soltanto via mare e percorrendo dei tortuosi sentieri immersi nella natura, ancora oggi assai apprezzati per la loro bellezza. Venivano chiamati “terre”, come fossero terre lontane, proprio per via del loro isolamento da tutto il resto, oltre che per una questione di dialetto.

Corniglia

Paesaggio mozzafiato

Come abbiamo detto, l’unica delle “Cinque Terre” che non si affaccia sul mare è Corniglia, che si trova a 100 metri dal livello del mare, da cui si gode la vista di un paesaggio mozzafiato. E’ il borgo più piccolo, ma anche quello che sembra aver conservato maggiormente le caratteristiche di borgo.

Le “card” per la visita

Magia

Ce ne sono due tipi, che consentono di vistare le Cinque Terre. La prima è quella più economica, che consente l’accesso al parco, alle visite guidate, ai bus, ai servizi e ai laboratori del centro di Educazione ambientale del Parco e ai Musei Civici della Spezia con tariffa ridotta. Costa di 7.5 € al giorno. L’altra “Cinque Terre Card”, invece, “Carta Treno MS”, serve anche per l’utilizzo dei treni regionali nella tratta Levanto – La Spezia (e ritorno) per 16€ giornalieri – dura 24 ore dalla prima convalida -. Si possono acquistare nei centri di informazioni, all’inizio dei “percorsi blu”, nelle stazioni ferroviarie delle Cinque Terre, di La Spezia e di Levanto.

Le spiagge più belle

Spiaggia di Monterosso

Le Cinque Terre sono caratterizzate da bellissime spiagge, tra cui quella di Fegina o quella della città vecchia a Monterosso al Mare, quella piuttosto tranquilla di Framura (vicino a Porto Pidocchio) o quella di Guvano.

Come arrivare

Mezzo

Il servizio ferroviario è abbastanza buono – meno quando c’è l’affollamento di alta stagione – e i treni passano ogni 20-30 minuti, facendo la spola tra La Spezia e Levante. Per essere agevolati, si può usare la già menzionata “Cinque Terre Card”.

In macchina si può percorrere la strada Litoranea delle Cinque Terre SS 370 che costeggia tutti e 5 i borghi. Tuttavia l’utilizzo dell’auto è sconsigliato, a causa della mancanza di distributori di benzina, dell’impervio tragitto e del notevole costo dei parcheggi.

Il miglior ostello

L'ostello più pulito

Si può alloggiare in uno degli stupendi ostelli del posto, come il 5 Terre Backpackers, dichiarato il più pulito al mondo agli Hoscars 2016, che vengono dati ai migliori hotel.

Cosa mangiare

Primo piatto

Come in tutta la Liguria, qui ci sono ottimi prodotti culinari: erbe come la maggiorana, la salvia, l’origano e, ovviamente il basilico, con cui si fa il pesto (nella foto, sopra, le famose trofie). Piatti tipici sono la “cima”, secondo piatto a base di pancia di vitello condita in diversi modi, oppure “prebuggiun”, una zuppa di erbe selvatiche tipicamente ligure. Naturalmente, poi, ci sono i piatti di mare, come le acciughe, che messe sale vengono chiamate “arbanelle”.

Cosa vedere

Le Cinque Terre sono famose per i loro fantastici paesaggi, le case dalle mura colorate, le acque cristalline, gli sbocchi sul mare, la natura e per i tramonti, particolarmente magici a Corniglia (foto sotto).

Corniglia

Perché andare almeno una volta nella vita?

Per quanto abbiamo detto, le Cinque Terre risultano uno dei luoghi che bisogna visitare almeno una volta nella vita e che coloro che già amano e frequentano la Liguria non possono perdere.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora