×

Le due o tre cose di Guazzaloca contro Fini

Condividi su Facebook

Guazzaloca vs Fini ma non si sa perchè

Il Giornale di Feltri recluta anche Giorgio Guazzaloca nella campagna estiva di denigrazione del Presidente della Camera Gianfranco Fini. Lo fa con un articolo firmato da Stefano Lorenzetto dal titolo “Vi racconto due o tre cose che so di Fini”.

Ma le due o tre cose, l’ex macellaio bolognese non le può dire perchè riguarderebbero altre persone. Ma – assicura il Guazza – “sono cose che dal punto di vista etico considero riprovevoli“.

L’ex sindaco di Bologna preferisce parlare per parabole rievocando un episodio della sua infanzia: “Avevo 10 anni, andai con mio padre a Lugo a ritirare una vacca per macellarla. Babbo, ma non l’hai pagata, gli dissi sulla via del ritorno. Mi rispose: La pagherò fra otto giorni. E se non torni a Lugo a pagarla? Nessun altro allevatore in Italia mi darà più una bestia, concluse mio papà“.

In tutta onestà, non capisco il senso di questo articolo. Guazzaloca vuole togliersi qualche sassolino dalle scarpe visto che Fini è stato uno tra i tanti che ha impedito la sua candidatura a sindaco per il centrodestra. O, per essere meno buoni, è possibile che Guazzaloca sia oggetto di corteggiamento in vista delle prossime elezioni amministrative.

E pensare che il PD aveva aperto un dialogo con Guazzaloca, e non si è ancora capito il perchè.

L.B

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.