×

Le guarattelle napoletane in San Giacomo Maggiore

Il teatro di figura in scena nella Chiesa di San Giacomo

Stasera in San Giacomo Maggiore, andrà in scena uno spettacolo da non perdere: Il Pulcinella del teatro delle Guarattele costruito e animato dall’abile Valentina Paolini con le musiche di Roberto Vacca.

Pulcinella nasce proprio come protagonista de l teatro dei burattini a guanto della tradizione, un teatro povero ma arguto com’è lo stesso personaggio definito da Roberto De Simone come rivoluzionario, anarchico, filosofo. E, direi, soprattutto inventore di un linguaggio e di una vis comica che farà da paradigma alla comicità partenopea fino a Massimo Troisi.

La particolarità dello spettacolo è la voce di Pulcinella che si ottienegrazie alla pivetta, uno strumento che il burattinaio tiene in gola e usa durante le rappresentazioni. Queste raccontano vicende di vita quotidiana sottolienando debolezze e difetti dei protagonisti, o gli amori di Pulcinella con Teresina.

Valentina Paolini e Roberto Vacca, da annii mantengono viva questa tradizione.

In particolare, la Paolini allieva di Salvatore Gatto – uno dei massimi rappresentanti dell’antica tradizione delle guarattelle- costruisce da sola i fantocci utilizzando legno, cartapesta, gommapiuma. Roberto Vacca segue la Paolini in questo percorso di ricognizione della tradizione, accompagnando le guarattelle con la musica della tradizione partenopea.

L.B.

Appuntamento: 24 Agosto 2010, ore 21.30 Chiostro di San Giacomo, offerta libera.

Per info, contattare la comunità agostiniana al numero 051 225970.

Per ulteriori notizie sulle Guarattelle, si legga: R. De Simone, Le Guarattelle, fra Pulcinella, Teresina e la Morte, Ed. Di Mauto, Sorrento, 2003

Leggi anche