×

Le notizie che denigrano i giovani "fanno bene" agli anziani

Chi di noi non ha mai notato con quanta soddisfazione spesso gli “adulti” parlano male dei giovanissimi? A sentir loro, sembra che nella vita siano stati il massimo della perfezione, e che l’avvicinamento della prevista fine del mondo si noti anche in questi comportamenti adolescenziali d’oggi. Ma… quanto è vero tutto ciò?

Esattamente come le donne si riuniscono per guardare le sfilate di moda e notare persino le unghie incarnite delle modelle, esattamente come un uomo invidia la macchina del proprio amico arrivando a denigrarlo come gradasso… così le persone più avanti con gli anni hanno bisogno di sentir parlare male dei giovani da parte di giornali e tv per accrescere la propria autostima e “combattere” il tempo che passa.

A sostenerlo uno studio pubblicato sul Journal of Communication da Silvia Knobloch-Westerwick dell’Ohio State University (Usa) che ha messo a punto la ricerca in collaborazione con i ricercatori di Matthias Hastall Zeppelin dell’University di Friedrichshafen in Germania.

I risultati provengono da uno studio su 276 tedeschi (178 tra i 18 e i 30 anni e 98 tra i 50 e i 65 anni): “I nostri risultati sostengono la tesi secondo cui le persone utilizzano i media per rafforzare la loro identità sociale”, conclude Knobloch-Westerwick.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche