×

Le più famose trattorie di Bologna: la classifica

Bologna è la città famosa in tutto il mondo per la mortadella, ma in generale è una città ricca di ristoranti e trattorie in cui si mangia molto bene, vediamo quali sono le migliori.

bologna 1277813 1280 768x508

Bologna è la città famosa in tutto il mondo per la mortadella, ma in generale è una città ricca di ristoranti e trattorie in cui si mangia molto bene, vediamo quali sono le migliori. Stilare la classifica delle più famose trattorie di Bologna non è facile, quindi abbiamo cercato di affidarci un po’ alle opinioni dei più bravi critici enogastronomici, in parte alle opinioni delle persone comuni tra cui, come noto, vi sono molti buongustai.

Ristoranti trattorie

Una delle trattorie più apprezzate dai critici enogastronomici e a cui questi ultimi hanno riservato le loro migliori lodi è l’Osteria Santa Caterina. Si trova a Bologna in via Santa Caterina 23 ed è all’interno di uno storico edificio medievale, a poche centinaia di metri dal centro della Dotta. Il locale è accogliente, il menù lo è ancora di più. I pezzi forti della casa sono mortadelle, prosciutti e salami, tanto per iniziare.

Tra i primi piatti si trovano quelli tipici della tradizione emiliana, i tortellini e le lasagne, ma sono gradevolissime anche le zuppe, soprattutto quella di zucca. Fermarsi a mangiare in questo locale è quasi un obbligo, siccome gode di una notevole fama. Per assicurarsi un tavolo è opportuno prenotare con un po’ di anticipo. La Trattoria Collegio di Spagna si trova in via Collegio di Spagna, presenta un ambiente non troppo ricercato ma che punta alla sostanza, che è questa: tortellini, tortelloni, tagliatelle alla bolognese, tagliatelle verdi all’ortica con prosciutto, cotoletta alla bolognese.

I dolci: torta di riso, zuppa inglese e biscotti caserecci con albana passita. Vini della casa, tra cui Sangiovese. Chiuso il lunedì e la domenica a cena.

Migliori trattorie Bologna

La Trattoria della Gigina si trova in via Stendhal 1, è uno dei locali in cui si mangia veramente secondo la vera tradizione bolognese. Una delle cose più apprezzate di questa trattoria è che non chiude mai, se non nel mese di agosto, quindi se capitate a Bologna in agosto e desiderate provare questo locale quasi storico (è in funzione dal 1956) informatevi in tempo utile.

Ecco alcuni dei pezzi forti di questa trattoria: Culatello di Zibello con tocco di grana stravecchio, spuma di mortadella e gelatina di balsamico, prosciutto di Parma stagionato Gran riserva. Poi i primi tradizionali: tortellini in brodo di vera tradizione bolognese, passateli alla casalinga, lasagne verdi alla bolognese, tortelloni di ricotta e le “mitiche” tagliatelle al ragù della “Gigina”; trai secondi piatti: faraona disossata in arrosto sfumato al vino, tagliata di manzo da pascolo con zabaione ai tre pepi, burratina affumicata con verdure forno e griglia, per citarne alcuni.

Definito locale “gucciniano” è la storica Trattoria da Vito, in via Musolesi, sempre fedele a se stessa negli anni, frequentata per molto tempo dal cantautore Francesco Guccini e tappa obbligatoria per artisti e aspiranti tali e tappa obbligatori per veri turisti. Una trattoria di sostanza per mangiare ottimamente a prezzo alla portata di tutti e secondo la tradizione bolognese con salumi da mangiare con le brioches salate, pasta,carne e vino genuini come una volta. Meglio prenotare con anticipo.

Chiude la classifica la Trattoria del Rosso, in via Righi 30, ad un centinaio di metri dalla Torre degli Asinelli e dalla Garisenda, è locale storico perché è stato aperto nel lontano 1850. Qui si va per mangiare crescentine, tagliatelle al ragù, friggione e cotolette e per provare il Menù del Rosso, cioé un menù completo di primo, secondo con contorno, dessert e acqua che pagherete solo 10 Euro.

Contents.media
Ultima ora