×

Le terribili punizioni del generale Muradov per chi si ribella a Putin

Processi sommari e pene esemplari per gli ufficiali finiti in disgrazie: ecco le terribili punizioni del generale Muradov per chi si ribella a Putin

Il generale Rustam Muradov

Le terribili punizioni del generale Rustan Muradov per chi si ribella a Vladimir Putin stanno facendo il giro dei media e del web grazie alla loro diffusione ad opera dei servizi dell’Ucraina. Le intercettazioni diffuse parlano di comandati spogliati, legati e portati via verso luoghi ignoti.

E soprattutto velano una realtà già certificata nelle fasi iniziali della guerra: molti soldati e non solo truppa e graduati non digeriscono affatto la guerra di Mosca a Kiev e a volte disattendono gli ordini. Spesso anche gli ufficiali  finiscono per ammutinarsi o addirittura per autosabotarsi.

Le punizioni di Muradov per chi si ribella a Putin

E lì scattano le punizioni ed i processi sommari di Muradov, che ha il grado di tenente generale ed è vicecomandante del distretto militare meridionale della Russia.

L’alto ufficiale è un altro “reduce” degli orrori della Siria ed è uno degli uomini di fiducia dell’uomo forte di Mosca generale Gerasimov. Muradov avrebbe organizzato “processi sommari” durante i quali avrebbe umiliato i soldati che si rifiutano di proseguire la guerra in Ucraina. Ecco un frame delle intercettazioni in cui un fante russo parla con il padre: “Muradov è venuto e ha fatto un processo esemplare”.

Le rivelazioni di un fante al padre

Lo ha fatto “perché nessuno voleva andare avanti. I comandanti non volevano portare i loro ragazzi alla morte. Per esempio, ha spogliato questi comandanti, ha legato loro le mani. Hanno dovuto tirare fuori tutto dalle tasche. Li ha gettati negli autobus e li ha portati via”. E in chiosa: “La Russia non può ammettere ufficialmente di avere così tanti soldati che si rifiutano di combattere in Ucraina”. 

Contents.media
Ultima ora