Le vendite di immobili chiedono da un minimo di tre mesi a un massimo di sei | Notizie.it
Le vendite di immobili chiedono da un minimo di tre mesi a un massimo di sei
Economia

Le vendite di immobili chiedono da un minimo di tre mesi a un massimo di sei

vendita immobile
tutti i venditori devono essere concordi

I dati relativi alle compravendite del 2010 hanno denunciato il fatto che dopo una breve ripresa, iniziata con un certo slancio, sul mercato immobiliare residenziale, si sia verificata una nuova frenata. Il consiglio degli agenti immobiliari rimane quello di non decidere di vendere applicando prezzi eccessivamente alti, dato che di case in offerta ce ne sono moltissime, sia sul fronte nel nuovo che sul fronte dell’usato, e di essere disposti anche ad accettare una svalutazione del 10% rispetto al valore e quindi al prezzo praticato, dato che si vende a meno ma in questo momento si compra ancora abbastanza bene, e i due aspetti si compensano. I primi mesi del 2011 mettono inoltre in evidenza che si sono allungati i tempi per la vendita di immobili: 7 giorni in più ripetto allo stesso periodo dell’anno precedente, raggiungendo così 150 giorni. E questo in termini di valori medi. A livello di Comuni, Roma richiede i tempi minoti, pari a 132 giorni seguita da Milano (139), Firenze (148 gg) ,Bologna (156), Napoli (162 gg), Genova (167), Bari (170) e Torino (174) .

Agli ultimi posti Palermo con 199 giorni e Verona con 204 giorni. Comunque da questi dati è facile anche desumere che il mercato immobiliare, al di là di alcue affermazioni non molto prudenti, ancora stenta a riprendere un buon trend, nonostante gli italiani, se potessero, preferirebbero investire nel mattone.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche