Le zone sismiche nel mondo
Le zone sismiche nel mondo
Ambiente

Le zone sismiche nel mondo

zone sismiche

Quali sono le aree del mondo a più alto rischio sismico? Proviamo a vederle insieme.

Come è ormai risaputo, ci sono nel mondo zone ad altissimo rischio sismico. La maggior parte di queste zone si trovano nell’area di incontro tra due placche che, nel loro continuo movimento, mettono a rischio la stabilità della crosta terrestre. Questo tipo di evento sismico è il più frequente ed è chiamato “terremoto tettonico“. L’Italia stessa si trova in una di queste zone di confine. La sua superficie, infatti, si trova nella fascia di confine tra la placca africana e quella euroasiatica. Quali sono, dunque, le altre zone sismiche del mondo? Andiamo a scoprirle.

L’attività sismica

Una zona sismica è una regione in cui il tasso di attività sismica rimane abbastanza costante nel tempo. Questo può significare che l’attività sismica è incredibilmente rara, o che è estremamente comune. Alcune persone spesso usano il termine “zona sismica” per parlare di una zona con un aumento del rischio di attività sismica, mentre altri preferiscono parlare di “zone di pericolosità sismica” quando si parla di aree dove l’attività sismica è più frequente.

Mentre alcune aree sono notoriamente pericolose a livello di terremoti di alta intensità, ve ne sono altre che possono dirsi quasi completamente salve da questo tipo di fenomeno. Come detto, questo dipende principalmente dalla disposizione delle placche tettoniche.

Le zone sismiche

Vediamo, dunque quali sono le aree del mondo più a rischio per quanto riguarda i terremoti. Di sicuro tra le zone sismiche più pericolose della Terra, in questo senso, troviamo il Giappone. Negli ultimi anni, il Giappone è stato colpito da numerosi eventi sismici, uno dei quali registrato come il settimo più potente della storia del pianeta, con una magnitudo di 9 gradi sulla scala Richter. I danni registrati sono stati enormi e i morti circa 16.000. A peggiorare la situazione, uno tsunami si è propagato in seguito all’evento sismico e una centrale nucleare è stata danneggiata dall’incredibile sisma.

Aree rosse

Le altre aree a rischio elevato di terremoti si trovano lungo il perimetro delle altre zolle.

Pericolosa è, per esempio, l’area della Nuova Zelanda, dove gli eventi sismici sono frequenti e molto intensi. Allo stesso modo il Cile, zona ben nota ai sismologi di tutto il mondo e perennemente tenuta sotto controllo. È in Cile che è stato registrato il più potente evento sismico della storia, di 9,5 gradi. Che dire, poi, della meravigliosa California, baciata dal sole e da temperature miti che, però, un giorno potrebbe subire dei danni che tutti speriamo non avvengano mai. A seguire, ci sono pure l’area dell’India, dello Sri Lanka, dell’Indonesia e delle Filippine, interessate dallo tsunami del 2004. In Europa, oltre all’Italia, la zona più a rischio è la Grecia, vicina all’area molto sismica della Turchia. Infine, sono soggetti a terremoti di intensità elevata anche alcune aree della Cina.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*