×

Lega il cane al termosifone circondato dalle sue feci: denunciato 31enne

Lega il cane al termosifone circondato dalle sue feci: denunciato 31enne che aveva costretto l'animale all'immobilità ed a vivere nella sporcizia

Il pitbull legato al termosifone

Lega il cane, un pitbull, al termosifone e lo lascia circondato dalle sue feci: un 31enne di Roma è stato denunciato dagli agenti della Polizia di Stato e della Polizia Locale di Roma Capitale che stavano agendo nei suoi confronti alla contestazione di una occupazione abusiva in via Agostino Mitelli.

Lega il cane al termosifone, denunciato per maltrattamenti un 31enne romano

I media locali raccontano che l’uomo aveva occupato senza averne titolo quella casa già da alcuni mesi, e quando gli agenti si sono presentati presso l’indirizzo segnalato hanno fatto la scoperta di quel povero animale tenuto in condizioni igieniche e di costrizione abominevoli.

Denunciato due volte, per occupazione abusiva e per aver legato il cane al termosifone

Nei confronti del 31enne sono scattate infatti due denunce: la prima relativa alla contestazione originaria che aveva innescato il ritrovamento, per occupazione abusiva, la seconda per ciò che a traino di quell’occupazione era emerso, quindi per maltrattamento di animali.

In buona sostanza l’uomo aveva “incarcerato” il suo Pitbull legandolo ad un termosifone e costringendolo ad una perenne immobilità, condizioni pessime e in mezzo a feci e urine.

I vicini capiscono dai guaiti che ha legato il cane al termosifone e chiamano gli agenti: denunciato un uomo

I poliziotti erano stati allertati dai vicini dell’uomo, perché il povero animale guaiva e si lamentava e perché un odore fetido aveva iniziato a diffondersi nell’ambiente.

Gli agenti si sono recati nella zona delle Torri, su cui avevano già ricevuto una condotta operativa. Arrivati sul posto e dopo aver bussato invano, hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco per l’apertura della porta e fatto la triste scoperta.

Contents.media
Ultima ora