Legacoop, Camst, Cup 2000. No alla festa dell'Unità | Notizie.it
Legacoop, Camst, Cup 2000. No alla festa dell'Unità
Cronaca

Legacoop, Camst, Cup 2000. No alla festa dell'Unità

Perchè le cooperative si allontanano dal partito?

Prima Legacoop, poi Camst ed ora Cup 2000. Sono molte le “istituzioni” rosse a disertare la grande festa del PD, quelle che hanno condizionato l’apparato fino ad oggi, in un momento in cui la cittadinanza sembra acclamare Cevenini. Come mai?

Partiamo con ordine. Legacoop è l’associazione che rappresenta gran parte delle cooperative bolognesi impegnate in diversi campi e attività. I numeri uno di Legacoop Bologna – Ethel Frasinetti e Giampiero Calzolari – sono legati al PD e la banca di riferimento è, com’è noto, Unipol (coinvolta nello scandolo bancopoli). Da qualche tempo, i rapporti tra il Partito democratico e Legacoop sono visti con sospetto Si pensi al video che – proprio durante il corteo della strage di Bologna – ha registrato la conversazione tra Raffaele Donini e Pier Luigi Bersani. Guardatelo e anche il più scettico capirà quanto Legacoop (ma soprattutto Unipol) influenzi la politica bolognese.

A disertare è anche Camst il cui presidente Marco Minella è uno dei pilastri del cooperatismo bolognese.

Ultima diserzione, infine, quella di Cup 2000 il cui presidente ha addotto motivi organizzazione. Alcuni dicono che non sia stata invitata perchè Cup 2000 è legata al Cinzia gate.

Come mai tante diserzioni dal sapore politico? Intanto, il candidato a sindaco i bolognesi se lo stanno scegliendo da soli e, attraverso media e sondaggi, sappiamo che gli elettori sono orientati verso nomi che non piacerebbero ai leader del movimento cooperativo. Del resto, il mondo cooperativo – e soprattutto quello che è organizzato intorno a Legacoop – stato è più volte messo alla berlina perli eccessivi legami con la politica; infine, è indubbio che i nuovi strumenti finanziari – ad esempio il socio sovventore – ne hanno modificato per sempre l’antica finalità mutualistica.

Intanto, si aspettano nuove defezioni.

L.B.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche