Legambiente: Torino ha superato ben 124 volte la soglia giornaliera di pm10 | Notizie.it
Legambiente: Torino ha superato ben 124 volte la soglia giornaliera di pm10
Cronaca

Legambiente: Torino ha superato ben 124 volte la soglia giornaliera di pm10

Inquinamento pm 10 Torino

La scarsa qualità dell’aria è prima di tutto un’emergenza sanitaria e Legambiente ricorda che il solo PM10 causa ogni anno più di 350.000 morti premature in Europa, secondo quanto dichiarato dalla Commissione Europea, mentre in Italia per ogni 10.000 abitanti, più di 15 persone muoiono prematuramente solo a causa delle polveri sottili.
La conformazione territoriale della citàà circondata dalle Alpi e i lunghi periodi di siccità acuiscono il problema inquinamento, e la salute dei cittadini è messa in pericolo.
Interventi in questo senso sono stati fatti da Regione e Comune, da poco è stata inaugurata la nuova centrale di cogenerazione realizzata da Iren per il teleriscaldamento che arriverà a coprire il 55% degli edifici, questa apporterà notevoli benefici ambientali con una riduzione di emissioni nell’atmosfera di 134 tonnellate/anno di ossidi di azoto, di 400 tonnellate/anno di ossidi di zolfo e di 17 tonnellate/anno di polveri.
Da domani primo dicembre gli orari della metropolitana e della linea 4 verranno potenziati e i cambiamenti riguarderanno anche i percorsi di numerose linee di bus per una razionalizzazione del servizio e la riduzione dei costi.

(per informazioni http://www.comune.torino.it/gtt/). “Negli ultimi mesi sono state destinate importanti risorse per il rinnovo del parco mezzi di trasporto pubblico – sottolinea l’assessore regionale all’Ambiente Roberto Ravello- con un investimento di 65 milioni di euro, che sono andati ad aggiungersi ai 6 milioni di euro destinati a GTT per l’inserimento dei dispositivi FAP sui bus Euro 2, che ad oggi non è ancora stato completato”.
Un ulteriore passo avanti dovrebbe essere fatto in concertazione tra il Comune di Torino con tutti i Comuni della prima e seconda cintura per regolare l’enorme afflusso di auto che dalle periferie quotidianamente si reca in città, cercando nuove soluzioni ecosostenibili e durature.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche