> > Legge di Bilancio, l'esecutivo potrebbe andare verso uno stop al reddito di c...

Legge di Bilancio, l'esecutivo potrebbe andare verso uno stop al reddito di cittadinanza

Giorgia Meloni

Il governo userà il pugno duro contro il reddito di cittadinanza. È pronta una bozza della legge di bilancio che sarà discussa in Consiglio dei Minist

Sul reddito di cittadinanza il governo era stato chiaro: sarà modificato.

Adesso la strada maestra è quella del pugno duro e, nella prossima Legge di Bilancio, potrebbero essere tagliati numerosi fondi al sussidio.

Legge di Bilancio, l’esecutivo potrebbe andare verso uno stop al reddito di cittadinanza

L’idea dell’esecutivo e della ministra del Lavoro Marina Calderone era quello di aspettare il 2024 per poi non rinnovare più il sussidio agli attuali percettori. Alla scadenza dei 18 mesi, coloro che sono idonei al lavoro ed hanno un’età compresa tra i 18 e i 59 anni, prenderanno parte per 6 mesi a dei corsi di formazione che li indirizzeranno verso un lavoro.

Il tutto sarà reso possibile grazie a dei fondi europei. Il reddito di cittadinanza, dunque, non si rinnoverebbe. Questa ovviamente resta una bozza della manovra da discutere in Consiglio dei Ministri.

La proposta di Durigon

Al vaglio dell’esecutivo vi è anche la proposta di Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro, che estenderebbe a 3 anni la possibilità di percepire il reddito di cittadinanza. Ma il governo ha bisogno di molti fondi per arginare la crisi energetica e il conseguente caro bollette e non ha tempo.

Il messaggio che si vuole lanciare è anche un altro, ossia che lo Stato non può mantentenere a vita gli abili al lavoro. Per quanto riguarda invece i percettori non abili al lavoro non cambia nulla e potranno usufruire del sussidio. Ovviamente i controlli saranno più severi.