×

Legni usati nell’arte Yoruba

default featured image 3 1200x900 768x576

ibeji 5 241x300L’arte yoruba viene dall’occidente.

Ha sede nella regione Yoruba nel sud-ovest della Nigeria nonché in parti del Togo e del Benin. La gente parla un linguaggio chiamato yoruba e la sua cultura è conosciuta in tutto il mondo per la scultura, in particolare delle teste e delle figurine di esseri umani. Dal momento che la loro regione è la foresta tropicale, ci sono diversi tipi di legni duri tropicali che vengono usati per fare queste sculture.

Gli alberi principali usati per scolpire il legno nella regione della Nigeria in cui si fa l’arte yoruba sono il mogano, l’iroko, e l’obeche.

Obeke

L’obeche, a volte chiamato “Wawa”, è adatto per lavorare in modo tridimensionale perché è molto morbida e liscia. Questo tipo di legno ha bisogno di essere maneggiato con cura e intagliato con coltelli molto affilati a causa del suo peso leggero e la sua morbidezza.

Iroko

L’iroko, a volte indicato come teak africano, è un legno tropicale durevole che può sopportare un duro trattamento. Per questo motivo, è spesso usato per i mobili e le barche così anche per la scultura. L’iroko è di colore giallo che scurisce poi, diventando marrone. A differenza dell’obeche, è un legno molto duro. Grazie alla sua durata, un tempo, era usato per fare gli ornamenti intagliati nelle porte dei palazzo, ora in mostra al Museo Nazionale dell’arte africana dello Smithsonian.

Mogano

Il terzo tipo di legno utilizzato nell’arte yoruba è il mogano. Forse è più noto per le sue proprietà come materiale di arredo, è un legno di colore rossastro che scurisce nel tempo. Può essere scolpito nel dettaglio, è forte ma leggero.

Dal legno all’opera d’arte

gli oggetti leggeri vengono lavorati meglio con i legni più leggeri e morbidi come l’obeche. I legni più duri e forti, come il mogano e l’iroko, sono più adatti per le più grandi opere e quelli che devono avere grande durata. Gli artisti Yoruba fanno l’intaglio iniziale con un’ascia chiamata paletta per poi usare coltelli e scalpelli per completare i dettagli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora