Lele Mora: "Berlusconi e bunga bunga bellissimo ricordo"
Lele Mora: “Berlusconi e bunga bunga bellissimo ricordo”
Lifestyle

Lele Mora: “Berlusconi e bunga bunga bellissimo ricordo”

lele mora
lele mora

Intervistato da Corrado Formigli a La7, l'ex agente dei vip Lele Mora ha ricordato gli anni di Berlusconi e del bunga bunga come bellissimi

Il giornalista Corrado Formigli ha intervistato Lele Mora a La7 in occasione dell’uscita del film di Paolo Sorrentino Loro, che tratta proprio la storia di Silvio Berlusconi. Alla domanda: “Quegli anni con Berlusconi e il bunga bunga li vuole dimenticare o sono un bel ricordo?”, Mora ha risposto con sicurezza. “Sono un bellissimo ricordo, perché ho frequentato dal 1985 il Cavaliere, che oggi non è più Cavaliere. Devo dire che frequentare un uomo di quella caratura, di quella simpatia ed energia, mi faceva star bene”.

“C’è qualcosa che non rivivrebbe o non rifarebbe di quel periodo”, lo ha incalzato ancora Formigli. “Squallore non ce n’era. Abbiamo esagerato a dire delle cose. Forse anch’io ho esagerato in qualche occasione, in un momento di arrabbiatura. Cose che erano uscite dall’aula del Tribunale. Ma devo dire che devo solo ringraziare Silvio Berlusconi. Mi ha dato da lavorare, mi ha dato da star bene, mi ha fatto far crescere tanti artisti”.

Nel film di Sorrentino si vedono tanta cocaina e tanto sesso, ambientati proprio negli anni dello scandalo Berlusconi.

“Era proprio così?”, ha domandato Formigli. “Mai vista cocaina a casa di Berlusconi“.

Lele Mora e la minaccia a Formigli

Ricordiamo che nel 2011 Lele Mora aveva rivolto una pesante minaccia proprio a Corrado Formigli. “Spero vengano i fascisti a spaccarvi le gambe”, erano state le sue dichiarazioni rivolte all’allora inviato di Annozero. Secondo Vincenzo Oronzo, la diciassettenne che accompagnò Noemi Letizia a Villa Certosa dal 26 dicembre 2008 al 5 gennaio 2009 trattò anche con Annozero per vendere foto e intervista della sorella.

Al telefono con Corrado Formigli in quell’occasione Lele Mora aveva dato di sè un’immagine lontana da quella del ‘bonaccione’ visto ieri anche a La7. Quando l’inviata Maddalena Oliva era andata a cercarlo in una una discoteca nel napoletano, Mora aveva risposto con gentilezza a tutte le domande. “Che cos’è il bunga bunga?” “Una barzelletta”. “Ruby, quando l’ha conosciuta?”. “A una cena ad Arcore, mi pare nel 2009 o 2010, non ricordo. L’ultima volta invece l’ho vista una settimana fa. È venuta 15 giorni a casa mia. Ogni tanto passa a trovarmi”.

Riguardo sempre alla questione della droga, quella volta Lele Mora aveva risposto: “Non solo sono stato ad Arcore, ma anche in altre situazioni. Io sono un’agente, non porto le ragazze, è diverso”. Infine su Maria Makdoun, la ragazza che ballava la danza del ventre, aveva detto: “Maria non è mai stata ad Arcore. È una poverina, una che dice molte bugie”. Quando la giornalista di Annozero provò a insistere con le domande, Mora però sbottò. “Siamo qui per divertirci, queste cose mi stanno stancando. sono stato carino, ma devo darmi alla mia gente”. L’ultima domanda era stata su Emilio Fede, che secondo lui è “una persona straordinaria” perché lo aveva aiutato prestandogli dei soldi. “Quando il Presidente me li ha dati, io glieli ho restituiti”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche