L'esercito di Terracotta - Notizie.it
L’esercito di Terracotta
Guide

L’esercito di Terracotta

Nel 1974, dei lavoratori che stavano scavando un pozzo fuori della città di Xi’an, nella provincia cinese dello Shaanxi fecero una scoperta inaspettata. Gli scavatori trovarono un soldato a grandezza naturale fatto di creta. Venne contattato subito il governo, che spedì in breve tempo degli archeologi sul sito. Gli archeologi così scoprirono una cosa sensazionale: migliaia di figure umane in creta, raffiguranti soldati, cavalli e carri in legno giacevano sepolti sotto terra.

Ciò che era stato scoperto era il mausoleo del primo imperatore della Cina, Qin Shi Huang. Prima del regno di Qin Shi Huang (221-210 a.c), la Cina era divisa in un certo numero di regni durante quello che è conosciuto come il “periodo degli Stati Combattenti” (433-221 a.c). Intorno al 221 a.c Qin Shi Huang unì quasi tutta la Cina orientale, per la prima volta, sotto il dominio di una sola dinastia. La dinastia fondata da Qin Shi Huang è conosciuta come la dinastia Qin (o Ch’in). Il nome ‘China’ deriva da questa dinastia.

Qin Shi Huang può essere accreditato come il contribuente nell’ impostare un modello per il successivo sviluppo della Cina.

Come imperatore, Qin Shi Huang iniziò a lavorare sulla prima sezione della Grande Muraglia cinese. Egli inoltre introdusse modifiche amministrative che furono adottate dagli imperatori della successiva dinastia Han. Durante il suo regno le monete, i pesi e le misure furono standardizzate e una rete di strade e canali vennero costruiti in tutto il paese. Al fine di eliminare i potenziali rischi per la sua regola, Qin Shi Huang si lanciò nella censura, bruciando parecchi libri che si credevano poter portare alla distruzione di molti dei tradizionali ideali cinesi, in questo modo molto libri, alcuni tra i più vecchi, vennero bruciati.

Qin Shi Huang governò la Cina fino alla sua morte, avvenuta nel 210 a.c. Pochi anni dopo, la dinastia Qin fu sostituita dalla nuova dinastia Han.

Secondo Sima Qian, uno storico della successiva dinastia Han, Qin Shi Huang iniziò a lavorare per il suo mausoleo subito dopo l’assunzione al trono.

Finora l’intera tomba non è mai stata rimossa. Gli archeologi cinesi temono che ulteriori scavi possano danneggiare i manufatti all’interno. Secondo gli scritti di Sima Qian, tuttavia, la tomba dell’imperatore conteneva modelli su larga scala della vita reale, tra cui palazzi e le repliche del paesaggio con colline, montagne e fiumi fatti di mercurio.

Finora, tuttavia, la maggior parte di queste aree della tomba rimangono inesplorate. Ma l’esercito di terracotta raffiguranti i soldati a grandezza naturale e i cavalli di Shi Huang sono stati trovati tutti.

Alcune delle figure in terracotta sono state inviate in tour nei diversi musei del mondo, proprio come parte del tesoro della tomba di Tutankhamon. Il mausoleo di Qin Shi Huang è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dalle Nazioni Unite.

Sommario:

L’esercito di terracotta comprende figure d’argilla a grandezza naturale che sono rimasti sepolti per secoli nel vasto mausoleo del primo imperatore della Cina, Qin Shi Huang. La tomba dell’imperatore fu riscoperta nel 1974. Da allora un intero esercito di migliaia di soldati a grandezza naturale è stato scoperto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*