×

Libano, bimba di 10 mesi morta dopo tre giorni di febbre alta per mancanza di medicinali

Il Libano è in piena crisi e così una bambina è morta a causa dell’assenza di un semplice medicinale per curare la febbre.

Libano

Una bimba di soli dieci mesi è morta in Libano a causa di una presunta assenza di medicinali. La notizia della morte di Juri Sayyied è avvenuta nell’ospedale di Beirut. Secondo le fonti sanitarie sarebbe morta per arresto cardiaco e insufficienza respiratoria

Bimba morta in Libano, le parole dei genitori 

I familiari della piccola deceduta avrebbero invece parlato di mancanza di medicinali nella struttura ospedaliera. Non sarebbe stato possibile trovare antipiretici in ospedale e nemmeno nella farmacie locali. 

Bimba morta in Libano, la situazione del Paese

Il Libano sta affrontando un periodo veramente grave a causa di una crisi economica, come non la si vedeva da almeno un trentennio a questa parte. La situazione è complicata a tal punto che le autorità statale non riescono a sovvenzionare le importazioni dei beni di prima necessità.

Si tratta di medicine, carburante e altri beni fondamentali come le medicine

Bimba morta in Libano, le difficoltà 

Oltre al dissesto finanziario, secondo molti organi d’informazione internazionali mancherebbero anche acqua corrente e l’elettricità. Qualche giorno fa è stato intanto indetto uno sciopero delle farmacie come dissenso per la condotta del governo giudicato inadempiente a risolvere problemi gravi come la carenza di medicine. Come se non bastasse anche le strutture sanitarie stanno soffrendo enormemente questo problema dell’assenza di elettricità: la salute dei pazienti è a rischio. 

A causa della scarsità di carburante la maggior parte delle pompe di benzina in Libano hanno chiuso già lo scorso mese di giugno.

Ad annunciarlo è stato il presidente dell’Associazione dei benzinai libanesi, Fadi Abu Shakra, citato dalle fonti d’informazione di Beirut.

Una bimba di soli 7 anni è morta nella piscina gonfiabile del giardino di casa in Umbria. La tragedia è avvenuta Castiglione del Lago, in provincia di Perugia. Durante il pomeriggio di domenica 11 luglio 2021, come documentato dagli organi d’informazione locali, la bambina stava giocando nella piscina dell’abitazione in cui vive con la sua famiglia.

Improvvisamente, però, avrebbe accusato un malore ed è morta. I genitori della piccola hanno immediatamente dato l’allarme. I mezzi di socorso sono arrivati presso l’abitazione della famiglia, sita nella frazione di Panicarola, provando a rianimare la piccola: inutili i tentativi di soccorso per salvarla. Non si tratta comunque dell’unica tragedia accaduta di recente. 

Contents.media
Ultima ora