Libia: da Napoli si decidono gli attacchi. L'operazione Odissea all'alba coordinata da Capodichino | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Libia: da Napoli si decidono gli attacchi. L’operazione Odissea all’alba coordinata da Capodichino
Cronaca

Libia: da Napoli si decidono gli attacchi. L’operazione Odissea all’alba coordinata da Capodichino

Le strategie ed il coordinamento dell’ operazione Odissea all’alba (clicca qui), uno dei tanti nomi pittoreschi per chiamare la guerra, partiranno da Napoli, aeroporto di Capodichino. Cinvolti al momento nell’ operasione sono USA,Gran Bretagna, Francia, Italia e Canada. Il comando delle operazioni, volte a dare seguito alle decisioni dell’ Onu, è affidato al generale USA, Carter Ham. Il ministro degli esteri Frattini prova a far credere che la decisione di instaurare a Napoli il quartier generale dell’operazione Odissea all’alba, si una vittoria per l’Italia, un obbiettivo voluto, perseguito ed ottenuto. Parla di obbiettivi italiani (quali?) raggiunti Frattini ed orgoglioso afferma: «A Capodichino arriveranno i dati e lì si deciderà dove e quando colpire», dimenticando forse che fino a poco tempo fa Berlusconi non voleva disturbare Gheddafi impegnato a fare un massacro. Ecco quindi che il governo prova a trasformare un suo clamoroso fallimento in un successo. Anzi fa di più il governo, vuol dare l’illusoria impressione che l’Italia abbia un ruolo determinate e che faccia valere il suo peso nella messa punto delle strategie.

Così non è, ed è fin troppo evidente che in questa faccenda a decidere sono Francia, USA, Gran Bretagna mentre all’Italia spetta solo il compito di eseguire quanto deciso dalle altre potenze sopracitate.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche