×

Prende Viagra e va in overdose: vedrà rosso per sempre

E’ andato in overdose a causa di un’eccessiva assunzione di Viagra. Gli effetti sulla vista sono devastanti

Viagra
Viagra

Può aiutare a soddisfare gli impulsi sessuali più pretenziosi. Tuttavia, anche il Viagra è contraddistinto da controindicazioni di primaria rilevanza. Molti uomini, pur sentendo la necessità di riscoprire il piacere di una vita sessuale appagante, sentono di non saperne abbastanza sulle soluzione farmacologiche per ritrovare il giusto vigore.

Il Viagra (Sildenafil) è un farmaco appartenente alla famiglia degli inibitori. Impiegato di norma per il trattamento sintomatico della disfunzione erettile. Il farmaco va assunto circa 45 minuti prima del rapporto sessuale. Preferibilmente a stomaco vuoto. L’effetto del farmaco dura circa 4/6 ore e una volta esaurito si torna nelle condizioni di partenza.

Questo tipo di farmaci non sono privi di possibili effetti collaterali e controindicazioni specifiche, per cui se ne consiglia l’uso sotto prescrizione medica e controllo specialistico.

Tra i vari effetti collaterali, i più frequenti sono mal di testa, sensazione di calore al viso, congestione nasale. Va evitato in associazione ai farmaci a base di nitrati e usato con attenzione nel caso di impiego di numerosi altri farmaci. La maggiore controindicazione, direi assoluta, è nel caso di assunzione di farmaci a base di nitrati.

Altre precauzioni vanno poste in caso di assunzione di alfalitici per ipertrofia prostatica benigna e alcuni antibiotici.

In caso di problemi oculari, come aumentata pressione endooculare e problemi maculari, andrebbe evitato. Lo sa bene un cittadino newyorkese di 31 anni.

Prende il Viagra e va in overdose: le conseguenze

Vedrà, forse per sempre, il mondo velato da un “filtro rosso”. La causa risiede nell’assunzione di una dose eccessiva di citrato di sildenafil, la molecola del Viagra. È accaduto a un trentunenne americano che aveva acquistato online il farmaco contro i disturbi dell’erezione. Tuttavia, ha sviluppato un danno irreversibile alla vista. Un caso raro pubblicato dalla rivista Retinal Cases che riporta la storia del paziente, visitato all’ospedale Mont Sinai di New York, specializzato in oftalmologia, dopo due giorni dalla comparsa del sintomo.

Lo stesso paziente aveva rivelato di aver assunto il farmaco in forma liquida. Non si è servito della pipetta dosatrice ma ha bevuto direttamente dal flacone. Poco tempo dopo aveva cominciato a vedere flash multicolori, a perdere il senso del contrasto e percepire gli oggetti come offuscati un velo rosso.

Viagra

Il referto medico dopo il Viagra

I medici dell’ospedale newyorkese, guidati da Richard Rosen, specialista di retina, hanno diagnosticato una tossicità retinica persistente, legata al dosaggio eccessivo del prodotto. Attraverso esami hi-tech gli specialisti hanno individuato molte ferite microscopiche sui coni (cellule fotorecettrici presenti sulla retina) responsabili della visone dei colori.

Il citrato di sildenafil era già noto per provocare disturbi visivi non gravi e reversibili in 24 ore, come la sensibilità alla luce. In questo particolare caso, oltre alla dose eccessiva assunta, ad accentuare l’effetto tossico anche la provenienza del farmaco acquistato su Internet, sconosciuta e incontrollabile. Così hanno spiegato i medici. Dopo un anno, nonostante i trattamenti e i tentativi di cura, il disturbo non era variato.

Contents.media
Ultima ora