Cristina Parodi umiliata in pubblico: “Ha le corna"
Cristina Parodi umiliata in pubblico: “Ha le corna”
Lifestyle

Cristina Parodi umiliata in pubblico: “Ha le corna”

Cristina Parodi con il marito Giorgio Gori
Cristina Parodi con il marito Giorgio Gori

Sonia Avolio, assessore della giunta a guida leghista di Cascina, ha amaramente commentato le dichiarazioni di Cristina Parodi su Salvini

Nei giorni scorsi Cristina Parodi aveva rilasciato delle dichiarazioni sull’ascesa di Matteo Salvini al Governo. Le sue parole hanno così alzato un grande polverone mediatico, tanto che Sonia Avolio, assessore della giunta a guida leghista di Cascina, ha deciso di dire la sua andandoci giù davvero pesante. L’assessore di Fratelli d’Italia ha infatti rivelato senza mezzi termini che la giornalista piemontese avrebbe le corna e che dovrebbe andare a cucinare con sua sorella Benedetta tra i tegami.

“Volevo mandare un messaggio a Cristina Parodi che dice che quelli che votano per Salvini sono degli ignoranti. Ignorante vuol dire senza conoscenza, e lei che non sa più quante corna ha, ma glielo dico io: una per ogni lentiggine, se riesce a contarsele. E che vada con sua sorella, insieme ai tegami”. (Per chi non lo sapesse, tegame in toscano significa anche “donna dai facili costumi”).

Cristina Parodi contro Salvini

“A cosa è dovuta l’ascesa di Salvini? All’arrabbiatura della gente.

Al fatto che probabilmente non è stato fatto molto di quello che era stato promesso di fare. È dovuta alla paura e anche all’ignoranza. Mi fa paura vedere un tipo di politica che è basata sulla divisione, sui muri da erigere. Vorrei una politica che andasse incontro ai più deboli e che aiutasse questo Paese a risollevarsi in un altro modo”.

Queste erano state le parole di Cristina Parodi che hanno portato la Lega Nord a chiedere le sue dimissioni dalla Rai. La conduttrice è infatti sotto accusa per via di una dichiarazione rilasciata contro il leader Matteo Salvini. La presunta offesa nei confronti del Ministro sarebbe stata fatta dalla giornalista nel corso di un’intervista a “I Lunatici” su Rai Radio2. La richiesta di allontanare da Rai Uno la Parodi, al momento impegnata con il programma “La prima volta”, arriva in una nota di alcuni parlamentari leghisti, quali Paolo Tiramani, Massimiliano Capitanio, Dimitri Coin, Igor Iezzi, Giorgio Bergesio, Simona Pergreffi e Umberto Fusco.

Se Cristina Parodi è tanto delusa dalla politica italiana, dicono i politici della Lega, scenda in campo anche lei. Ma soprattutto lasci la Rai. Con le sue offese a Matteo Salvini, la giornalista nonché moglie del sindaco Pd di Bergamo, Giorgio Gori, avrebbe dunque utilizzato il servizio pubblico radio-televisivo a proprio uso e consumo. L’accusa per Cristina è dunque quella di fare propaganda politica non rispettando il pluralismo informativo. Tutto ciò per la Lega appare ingiustificabile, tanto che ne verrà chiesto conto in Commissione di Vigilanza Rai tramite un’interrogazione.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche